menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"La vita...il valore più grande": grande successo per l'iniziativa del Centro per la Legalità

Grandi e piccini, ieri sera, hanno preso parte all'iniziativa realizzata dalla cooperativa Galahad con il patrocinio morale del Comune di Salerno ed in collaborazione con Salerno Energia e la Centrale del Latte

Grandi e piccini, ieri, sera, hanno preso parte a "La vita il valore più grande", l'iniziativa firmata dal Centro per la Legalità della cooperativa Galahad con il patrocinio morale del Comune di Salerno ed in collaborazione con Salerno Energia e la Centrale del Latte. Dopo il saluto del consigliere comunale Nico Mazzeo, da sempre vicino al mondo del volontariato e alle attività giovanili, ad aprire la manifestazione è stata la proiezione dello spot amatoriale "La vita...il valore più grande", interpretato dal bagnino eroe Pierluigi Caroccia, dal volontario del Dynamo Camp, Davide Annunziata e dagli utenti del Centro per la Legalità Sara Galdi, Alessandra Rossi, Alessia Todisco, Alessandra e Jessica Amato, Sarah Maddaluno e Ludovico Persico. Scroscianti applausi, dunque, per la pubblicità progresso incentrata sul valore della vita. "Al Centro per la Legalità i ragazzi discutono di tematiche inerenti al vivere civile che poi introiettano realizzando ed interpretando spot progresso riguardanti i valori e le riflessioni trattate", hanno spiegato il presidente e il vicepresidente del Centro per la Legalità, Marilia Parente e Simona Parrilli. "Abbiamo voluto rimarcare l'importanza di non sprecare la propria vita e di lasciarsi guidare sempre da ideali positivi nonostante le difficoltà, confidando in Dio", incalzano le due giovanissime Sara Galdi ed Alessandra Rossi. La parola, dunque, è passata al bagnino eroe Pierluigi Caroccia, unica persona in vita per la quale è in via di assegnazione la medaglia al valore al civile per aver salvato due ragazzine che stavano annegando, nel 2012.

L'eroico gesto costò a Caroccia diversi giorni di coma, dal quale si è poi miracolosamente svegliato. "La vita va affrontata con coraggio: se la si vive con rassegnazione, si perde in partenza - ha detto il bagnino eroe - Quello che ho fatto, lo rifarei ancora altre volte. Ho imparato che è giusto vivere minuto per minuto senza sprecare un attimo del proprio tempo: con la forza di volontà e l'aiuto divino si può superare qualunque difficoltà". A raccontare la sua esperienza, quindi, è stato Davide Annunziata che, da piccolo ha conosciuto il Dynamo camp come paziente e, guarito da una grave patologia, oggi vi torna spesso nelle vesti di volontario per regalare un sorriso ai bambini che stanno conoscendo la stessa sofferenza che, in passato, ha patito lui: "Il Dynamo è un posto speciale: ai volontari non viene svelato il tipo di malattia dei bambini ospitati, in modo tale che questi ultimi vengano trattati tutti da persone senza problemi e riscoprano la gioia di non essere guardati con occhi diversi. Ma di vivere i giochi tutti insieme, senza alcuna forma di discriminazione: ogni volta che vado lì, non sono io a donare, ma sono i bambini a farmi ricevere tanto".

A seguire, dunque, la testimonianza del presidente della Fondazione Rachelina Ambrosini, Tommaso Maria Ferri, di ritorno dal suo viaggio in Etiopia, che insieme alla Parrocchia San Demetrio e ai Medici del Cuamm, intende realizzare una scuola di ostetricia in Sud Sudan, intitolandola alla medichessa salernitana Trotula de' Ruggiero, in una terra dove si contano tante nascite, ma purtroppo nessun nastro. Nell’ambito dell’iniziativa, infatti, la Cooperativa che promuove anche attività di solidarietà rivolte a chi ha bisogno, ha raccolto offerte spontanee da destinare a tale splendida iniziativa umanitaria intitolata “Prima le mamme e i bambini”.  Riflettori puntati, dunque, su Alessia Todisco e Sarah Maddaluno che hanno dedicato al pubblico una significativa poesia di Madre Teresa di Calcutta. Infine, ad esibirsi lasciando tutti incantati, è stato il gruppo Calicanto del Coro Estro Armonico: platea ammaliata dalla perfomance del gruppo a cui è stato chiesto anche il bis. Ad assistere alla manifestazione, tra gli altri, i piccoli giocatori delle squadre di calcio Don Bosco e Coscia Football Accademy, nell'ottica della promozione della sinergia tra realtà associative. Un ringraziamento particolare è stato, infine, rivolto all’Acchiappavip Francesco Caterina che ha fornito il suo prezioso contributo logistico per l’organizzazione dell’evento. Insomma, un'iniziativa davvero speciale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento