menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sventata truffa per 80 mila euro, a Nocera Inferiore: denunciata una 45enne

Se la truffa fosse andata a buon fine, ad ogni modo, sarebbe stata incassata una somma di circa 80 mila euro

Truffa sventata, a Nocera. I poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza, infatti, hanno denunciato una donna che, munita di sei buoni postali fruttiferi clonati, per un totale di 30 milioni delle vecchie lire, e di documenti falsificati, ha tentato, nel corso della giornata di ieri, di incassarli presso l’Ufficio Postale di Nocera.

L. L., originaria del basso Lazio, 45enne, ieri mattina, si è presentata allo sportello dell’Ufficio Postale munita dei buoni fruttiferi, di una tessera sanitaria e di una patente di guida intestate ad una donna siciliana residente in provincia di Ragusa. La foto apposta sulla patente di guida raffigurava la truffatrice, più giovane di alcuni anni rispetto all’intestataria dei titoli. Il Direttore dell’Ufficio Postale, insospettito, ha chiamato il numero unico di emergenza “112” per far svolgere alle forze dell’ordine gli opportuni accertamenti del caso.

Poco dopo, è giunta sul posto una pattuglia del locale Commissariato di Polizia che, in collaborazione con il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Vittoria, ha sventato il tentativo di truffa: si trattava di buoni postali fruttiferi clonati, del tutto identici a quelli originali, anche nel numero di serie, tutt’ora in possesso della reale intestataria.

L'accusa per la donna è di tentata truffa, uso di documenti falsi o contraffatti, sostituzione di persona e uso di buoni postali contraffatti. Il tutto è stato sottoposto a sequestro. Se la truffa fosse andata a buon fine, ad ogni modo, sarebbe stata incassata una somma di circa 80 mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento