menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz nell'opificio di San Valentino Torio: sversavano reflui industriali nel Sarno

La ditta effettuava lo scarico delle acque reflue industriali prodotte, mediante un articolato e complesso sistema di canalizzazioni sotterranee e pozzetti di raccolta che permettevano un illecito by-pass dell’impianto di depurazione interno

Blitz in un importante sito industriale dedito ad attività di lavorazione e confezionamento di prodotti ortofrutticoli, a San Valentino Torio. La Capitaneria di Porto di Salerno, insieme alla Stazione Carabinieri di San Valentino Torio ed a funzionari delle Guardie Ambientali del WWF di Salerno hanno accertato che il complesso industriale in questione esercitava la propria attività aziendale in violazione di molteplici norme e prescrizioni imposte dal Testo Unico dell’Ambiente. La ditta, infatti, effettuava lo scarico delle acque reflue industriali prodotte, mediante un articolato e complesso sistema di canalizzazioni sotterranee e pozzetti di raccolta che permettevano un illecito by-pass dell’impianto di depurazione interno. L'opificio immetteva i reflui direttamente in un adiacente canale consortile, che si inserisce nel bacino idrografico del fiume Sarno.

Guardia Costiera, Carabinieri e WWF hanno scoperto, come se non bastasse, che tali reflui illecitamente immessi nei corsi d’acqua superavano anche i limiti tabellari prescritti.Non solo: è emersa anche una illecita gestione dei rifiuti speciali prodotti dall’opificio: hanno smaltito numerose tonnellate di rifiuti, che sono risultate assunte in carico dalla ditta e mai conferite a ditte autorizzate per il loro successivo smaltimento. Finisce nei guai, dunque, il titolare dell’industria denunciato all'Autorità Giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento