menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una delle foto del report

Una delle foto del report

Rifiuti sulla strada provinciale tra Pellezzano, Cava e Salerno: il report di M5S

Un report che lancia un allarme sociale decisamente degno di considerazione, quello fornito dal gruppo Cava 5 Stelle sulla situazione di abbandono e degrado della strada provinciale

Un report che lancia un allarme sociale decisamente degno di considerazione, quello fornito dal gruppo Cava 5 Stelle sulla situazione di abbandono e degrado causato  principalmente dallo sversamento illecito di rifiuti nella strada provinciale di collegamento dei comuni Pellezzano, Cava Dè Tirreni e Salerno. Ecco quanto è stato fatto in quest'ultimo periodo, seguendo la cronostoria degli ultimi avvenimenti:

Sversamento rifiuti sulla strada Provinciale Pellezzano - Cava De' Tirreni (SP129)
Sentenza del Consiglio di Stato, in sede giurisdizionale, sezione IV, del 22 febbraio 2011 "Misure urgenti per la rimozione dei rifiuti nella strada provinciale"
• Ordinanza del Comune di Pellezzano 25 maggio 2012, Servizi di rimuovere l'immondizia nell'area, entro il 28 maggio
• Sopralluogo 29 Maggio 2012 Commissione Consiliare Speciale per il controllo delle bonifiche ambientali e siti di smaltimento rifiuti ed ecomafie della Regione Campania.
Audizione 19 Giugno 2013 - Rifiuti sulla strada Pellezzano - Cava de' Tirreni, Gianfranco Valiante sollecita il prefetto. Dall'audizione del 19 giugno, dalle constatazioni rilevate, dalle dichiarazioni del dirigente preposto dell'Asl e dei rappresentanti istituzionali intervenuti si rileva chiaramente un quadro ambientale emergenziale: vere e proprie discariche con auto abbandonate, sversamenti abusivi, rifiuti nocivi e non, fusti di materiale pericoloso, cospicua presenza di amianto frammentato accompagnano tratti del percorso da Pellezzano fino a Cava de' Tirreni con punti di estrema criticità come quello di località Foce.

"Visto che arrivati a settembre 2013 nulla è cambiato, cosa bisogna aspettare per prendere seriamente in considerazione questo gravissimo stato dei fatti?”, si chiedono, infine, gli attivisti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento