rotate-mobile
Cronaca

Syncronia cerca responsabile di sala e lavapiatti, la titolare: "Pronti ad assumere, ma adulti e giovani rifiutano"

La titolare del famoso ristorante tecnologico di Corso Garibaldi lancia un appello per trovare nuovo personale ed ammette: "In tanti preferiscono il Reddito di Cittadinanza al lavoro vero"

Cerca personale ma non riesce a trovarlo. Nonostante la paga sicura (alla luce dell’alto numero di clienti soprattutto nel weekend) e un lavoro impegnativo ma non così faticoso come altri. E’ la paradossale situazione che sta vivendo il ristorante “Syncronia”, situato in Corso Garibaldi 135. Un locale moderno, ma soprattutto tecnologico, dove occorrono poche figure per renderlo accogliente e confortevole per i clienti.

Il colloquio

Ora la titolare Rosanna Rachiglio è alla ricerca di un responsabile di sala e di un lavapiatti. Ma, da settimane, non riesce a trovare persone, soprattutto giovani, disponibili. “Il nostro ristorante è altamente tecnologico. I clienti scelgono dal tablet la degustazione; il responsabile di sala utilizzando un apposito telecomando fa arrivare, attraverso un sistema automatico, i piatti direttamente dalla cucina sul tavolo dei clienti. Quindi – spiega a Salernotoday – cerchiamo una persona che deve semplicemente usare un telecomando per servire i clienti, ma soprattutto parlare con loro, strappargli un sorriso, insomma socializzare e rendere piacevole la loro permanenza. Insomma, abbiamo semplificato il mestiere del cameriere classico ma, a quanto pare, neanche questo basta”. 

Già perché di colloqui ce ne sono stati diversi, ma finora nessuno ha accettato questa proposta di lavoro. “Tanti giovani rifiutano il posto, che può diventare a tempo indeterminato dopo un periodo di prova, o perché non vogliono lavorare la sera (soprattutto il sabato e la domenica) o perché dicono chiaramente di percepire il Reddito di Cittadinanza”. Ed è proprio a loro che Rosanna Rachiglio lancia un messaggio: “Invece di stare a casa a premere il telecomando della tv, venite nel mio locale a premere il telecomando per servire i clienti”. Un’altra figura che Syncronia cerca è il lavapiatti: “Anche in questo caso nessuna risposta positiva” dice amareggiata la signora Rosanna che auspica, anche attraverso il nostro articolo, che qualcosa possa cambiare presto. 

Ecco come si ordina 

I clienti possono ordinare da un tablet posizionato all'interno del tavolo, ogni commensale ha il suo tablet e prenota autonomamente e l’ordine arriva direttamente in cucina. Il sistema di gestione delle comande è completamente rivoluzionato perché tutto è gestito da un software, quindi l’ordinazione arriva non più con la tradizionale comanda cartacea bensì su un kitchen monitor dal quale lo chef parte per la preparazione delle ordinazioni. E così, come per magia, da quello che sembra essere un lampadario posizionato sul soffitto scende un disco che fa materializzare i piatti davanti agli occhi dei clienti. Tutta l 'automazione non viene percepita dal cliente in quanto il layout è quello di un classico ristorante. Assolutamente da provare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Syncronia cerca responsabile di sala e lavapiatti, la titolare: "Pronti ad assumere, ma adulti e giovani rifiutano"

SalernoToday è in caricamento