menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ospedale Costa d'Amalfi: sospesa la reperibilità notturna del rianimatore

Alla mancanza del radiologo dalle 20 alle 8, dunque, si aggiungerà quella del rianimatore, come anticipa Il Vescovado

Brutta notizia per il presidio ospedaliero "Costa d'Amalfi". Come anticipa Il Vescovado, a partire dal 1° giugno sarà sospesa la reperibilità notturna del rianimatore: lo ha disposto il direttore sanitario dell'Azienda Ospedaliera e Universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno.

Alla mancanza del radiologo dalle 20 alle 8, dunque, si aggiungerà quella del rianimatore. Un provvedimento, questo, in controtendenza con la bozza definitiva del Piano Regionale di Programmazione della Rete Ospedaliera sottoposta nei giorni scorsi al vaglio del ministro della Salute Beatrice Lorenzin, per l'approvazione. Il plesso sanitario costiero potrebbe essere riconosciuto come ospedale con Pronto Soccorso e con ben venti (20) posti letto di medicina. Si legge sul Piano: "Viene garantita un'attività di pronto soccorso, con la conseguente disponibilità dei necessari servizi di supporto: l'accesso in urgenza/emergenza, l'osservazione, la stabilizzazione, la cura ove compatibile, o il trasferimento secondario ove necessario. Andranno qui predisposte, a cura delle ASL di appartenenza, modalità di presa in carico, procedure di assistenza e percorsi atti a garantire i trasferimenti in emergenza-urgenza". Preoccupazione nella comunità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento