rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Calvanico

Concussione al comune di Calvanico: indagati sindaco, vicesindaco e due ex dipendenti

Indagati anche due ex dipendenti: potrebbero essere coinvolti in un giro di appalti truccati. L'indagine è partita dalla procura della Repubblica di Nocera Inferiore

Terremoto politico - amministrativo a Calvanico, nella valle dell'Irno: il sindaco Francesco Gismondi, il vicesindaco Antonio Conforti e due ex dipendenti del comune, Michele Sabbarese e Pasquale Vitale, sono indagati - secondo quanto riferisce la guardia di finanza - per concussione nell'ambito di un'indagine relativa ad "irregolarità nell'aggiudicazione di appalti pubblici del comune di Calvanico".

Nell'ambito di questa indagine la guardia di finanza, su delega della procura della Repubblica di Nocera Inferiore, nella persona del sostituto procuratore Roberto Lenza, hanno effettuato perquisizioni presso le abitazioni degli indagati, presso gli uffici comunali e presso la sede della cooperativa San Michele, della quale Sabbarese è presidente. Dai controlli è risultata, presso la sede municipale, la mancanza delle buste contenenti le offerte effettuate in fase di gara pubblica relativamente agli appalti oggetto delle indagini. Altre buste contenenti gare d’appalto, sia chiuse - ancora sigillate e, quindi, mai visionate - che aperte, sono state rinvenute presso l’abitazione di uno degli indagati.

Obiettivo delle indagini delle fiamme gialle su coordinamento della procura nocerina è di "far emergere la corresponsione di tangenti da parte di imprenditori aggiudicatari di appalti. Nei prossimi giorni - riferisce la guardia di finanza - inizierà l’esame della copiosa ed interessante documentazione sequestrata nel corso delle perquisizioni che, da un primo sommario esame, ha già fornito importanti riscontri alle ipotesi investigative per cui si procede".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concussione al comune di Calvanico: indagati sindaco, vicesindaco e due ex dipendenti

SalernoToday è in caricamento