"Tangenziale trappola": Iannone presenta una interrogazione al Ministro

"Sulla tangenziale di Salerno, all'altezza di Fratte - scrive il Senatore di Fratelli d'Italia - insiste un cantiere ANAS di poche centinaia di metri, capace, però, di bloccare la viabilità in ingresso a Salerno con ripercussioni anche su chi proviene in auto da Pellezzano e Baronissi

Il Senatore di Fratelli d'Italia, Antonio Iannone

Il Senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, ha presentato una nuova interrogazione al Ministro Toninelli sulla grave situazione per il traffico che si verifica sulla tangenziale di Salerno. "Ogni giorno assistiamo a scene di panico ed esasperazione per gli automobilisti che sono costretti ad utilizzare l’arteria per recarsi a lavoro o accompagnare i propri figli a scuola - commenta Iannone - Nei giorni di pioggia, poi, l’esasperazione giunge ai massimi livelli".

La richiesta

Iannone aveva illustrato al Ministro la situazione quotidiana di caos: "Sulla tangenziale di Salerno, all'altezza di Fratte, insiste un cantiere ANAS di poche centinaia di metri, capace, però, di bloccare la viabilità in ingresso a Salerno e di avere ripercussioni anche su chi proviene in auto da Pellezzano e Baronissi. Nonostante un piano di viabilità alternativa, i lavori determinano il restringimento della carreggiata dove si viaggia su una sola corsia con le auto che finiscono in coda. In media serve un'ora nel traffico per un tratto di strada che, in condizioni normali, si percorre in 10-15 minuti. Questa autentica Via Crucis per lavoratori pendolari e studenti comporta, inoltre, risvolti negativi sulla sicurezza".
 

Urgenza

"Una situazione non più tollerabile in riferimento alla quale attendo dal Ministro ben altre risposte rispetto a quelle fornite alla mia prima interrogazione del 26 giugno 2018: in merito alla prima sollecitazione Toninelli rispose scaricando la responsabilità sul Comune di Salerno e l’evento Luci d’artista per favorire il quale erano stati avviati i lavori Non è più possibile attendere soluzioni perché è da quarto mondo che un cantiere su un tratto così piccolo generi un disagio così grande”. 

Premesso che secondo quanto risulta all'interrogante: 
sulla tangenziale di Salerno, all'altezza di Fratte, insiste un cantiere ANAS di poche centinaia di metri, capace, però, di bloccare la viabilità in ingresso a Salerno e di avere ripercussioni anche su chi proviene in auto da Pellezzano e Baronissi; 
nonostante un piano di viabilità alternativa, i lavori determinano il restringimento della carreggiata dove si viaggia su una sola corsia con le auto che finiscono in coda; 
in media serve un'ora nel traffico per un tratto di strada che, in condizioni normali, si percorre in 10-15 minuti; 
questa autentica via crucis per lavoratori pendolari e studenti comporta, inoltre, risvolti negativi sulla sicurezza, 
si chiede di sapere: 
se il Ministro in indirizzo abbia ricevuto spiegazioni dall'ANAS circa l'impossibilità di eseguire i lavori di notte; 
se intenda intervenire e con quali iniziative per alleviare il disagio quotidiano di una vasta utenza di lavoratori e studenti. 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torna lo spettro del Covid-19 a Salerno città, la denuncia del Comitato San Francesco e l'appello di Polichetti

  • Sorpresa in Costiera, "Fratacchione" Fazio in vacanza ad Amalfi

  • Dramma a San Cipriano Picentino, uomo si impicca nel cimitero

  • Covid-19: positiva una dipendente bancaria a Salerno

  • Covid-19 alla gelateria Buonocore, il titolare: "Abbiamo chiuso per tutelare i clienti"

  • Covid-19, altri 7 contagi in Campania: i dati del bollettino

Torna su
SalernoToday è in caricamento