menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caretta Caretta: uova deposte a Caprioli, l'appello dell'Enpa

Gli operatori specializzati della stazione zoologica Anton Dohrn sono intervenuti per verificare la presenza delle uova, raccogliere i dati relativi alle tracce e recintare l'area interessata

Ha deposto le uova a Caprioli, in Cilento, una Caretta Caretta.  Nella notte tra il 20 e il 21 giugno un esemplare femmina di tartaruga è risalito in un tratto di spiaggia di Caprioli, in provincia di Salerno, per nidificare. La tartaruga è stata avvistata da un fortunato gruppo di bagnanti che si trovava sulla spiaggia e ha segnalato la presenza dell'animale ai volontari dell'Enpa di Salerno. Questi  ultimi si sono recati sul posto per mettere in sicurezza l'area fino all'arrivo degli operatori specializzati della stazione zoologica Anton Dohrn, che sono intervenuti per verificare la presenza delle uova, raccogliere i dati relativi alle tracce e recintare l'area interessata.

Le tracce

La mattina del 22 giugno, invece, durante il monitoraggio i volontari Enpa hanno rinvenuto ulteriori tracce di risalita a Cala del Cefalo (Camerota). In questo caso sembra che l'animale non abbia deposto e che si tratti di un altro sopralluogo, il terzo in pochi giorni che avviene in questa zona.

L'appello dell'Enpa

Chiediamo quindi di prestare particolare attenzione ai gestori dei lidi, ai bagnanti ed ai frequentatori dei litorali di segnalare tracce o esemplari in risalita al numero blu della Guardia Costiera 1530 e, nel caso delle tracce trovate in Campania al Centro Dohrn 3346424670.

Cosa fare se vediamo una tartaruga o le sue tracce?

Se vedete una tartaruga che risale la spiaggia o che torna verso il mare potrebbe essere una femmina adulta che sta cercando un luogo adatto per depositare le sue uova. È importante non disturbare l'animale per evitare di stressarlo in un momento così delicato, infatti la risalita e la deposizione richiedono un grande dispendio energetico, e se infastidita potrebbe tornare in mare per cercare un'altra spiaggia.

Se doveste incontrare l'animale in queste fasi, o le tracce sulla sabbia lasciate dal suo passaggio, contattate la Capitaneria di Porto al 1530. Evitate di cancellare le tracce fino all'arrivo dei biologi.

Non sostate davanti o ai lati dell'animale.

Non illuminatelo, neanche per fare delle foto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento