menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tassa sui rifiuti, Salerno più cara di Napoli: ecco la classifica

Il capoluogo si colloca al quinto posto nella classifica nazionale delle città dove la tariffa è più costosa. La regione più economica è il Trentino Alto Adige, con 190 euro, la più costosa la Campania

Trecento euro: a tanto ammonta in media nel 2019 la tassa dei rifiuti in Italia, con differenze territoriali molto marcate. La regione più economica è il Trentino Alto Adige, con 190 euro, la più costosa la Campania, con 421. E'  quanto emerge dalla rilevazione dell'Osservatorio prezzi e tariffe redatto dalla onlus Cittadinanzattiva, che ha preso come riferimento una famiglia tipo composta da tre persone e una casa di proprietà di 100 metri quadrati.

Il dato salernitano

La città di Salerno si colloca al quinto posto tra le dieci città più care d’Italia con 467 euro, subito dopo Catania (504 euro), Cagliari (490 euro), Trapani (475 euro), Benevento (471 euro) e prima di Napoli (455 euro). Le altre sono Reggio Calabria (443), Siracusa (442), Agrigento (425), Messina (419). Le 10 città più economiche sono Potenza (121 euro), Udine (167), Belluno (168), Pordenone (181), Vibo Valentia (184), Isernia (185), Bolzano (186), Brescia (191), Verona (193), Trento e Cremona a pari merito (195).

L’analisi

A livello di aree geografiche, i rifiuti costano meno al Nord (in media 258 euro). Segue il Centro (299 euro), infine il Sud, il più costoso (351 euro).  Analizzando le tariffe dei 112 capoluoghi di provincia, sono state riscontrate variazioni in aumento in circa la metà, 51 capoluoghi, tariffe stabili in 27 capoluoghi e in diminuzione in 34.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento