menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Teggiano, il Tar salva 120 maiali destinati al macello

I giudici hanno sospeso l’ordinanza del 5 agosto, firmata dal sindaco Michele Di Candia, che convalidava il sequestro e l’abbattimento dei suini

Centoventi maiali, destinati al macello di Teggiano, sono salvi. Il Tribunale Amministrativo Regionale, sezione di Salerno, ha sospeso l’ordinanza del 5 agosto, firmata dal sindaco Michele Di Candia, che convalidava il sequestro e l’abbattimento dei suini, senza alcun indennizzo e con spese a totale carico del proprietario degli animali. Ed è stato proprio quest’ultimo, tramite il suo legale, a fare ricorso al Tar basandosi anche sulla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Animale, che educa al rispetto di ogni forma di vita, anche quella animale.

Il blitz

Lo scorso 4 agosto i 120 maiali sono stati trovati sprovvisti di marchi identificativi e privi di certificazione sanitaria. I controlli sono stati effettuati dal personale del Dipartimento di Prevenzione U.O.S.D. del Distretto sanitario di Sala Consilina e dai Carabinieri Forestali della Stazione di Padula. A seguito all’ispezione avvenuta in un terreno recintato, da parte dei militari e dei sanitari del Distretto, il titolare non ha esibito il registro aziendale. E' scattato il sequestro sanitario degli animali controllati. Al proprietario sono stati dunque ordinati l’abbattimento e la distruzione dei 120 suini, alla presenza del Servizio Veterinario competente e del Comando Forestale Carabinieri di Padula.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento