menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droga e telefonini in carcere a Salerno, avvocato confessa e va ai domiciliari

Il legale capaccese ha risposto alle domande del giudice durante l'interrogatorio che è stato secretato. Intanto proseguono le indagini della Procura per fare luce sull'episodio

Il Gip Scermino del tribunale di Salerno ha convalidato l’arresto e concesso gli arresti domiciliari all’avvocato di Capaccio Paestum, G.S le sue iniziali, che, nei giorni scorsi, è stato sorpreso dagli agenti della Polizia Penitenziaria mentre, durante un colloquio nella casa circondariale di Fuorni, ha cercato di cede, ad un suo cliente detenuto, dieci telefoni ed alcune dosi di cocaina e hashish.

L'interrogatorio 

Nella giornata di ieri il legale di 39 anni ha risposto alle domande del giudice durante l’interrogatorio, durante il quale avrebbe fornito una ricostruzione precisa dei fatti ed avrebbe ammesso le sue responsabilità. Di qui la decisione del Gip di concedergli i domiciliari. Intanto, proseguono le indagini della Procura di Salerno per fare luce sull’episodio e verificare se l’introduzione di cellulari e sostanze stupefacenti era una “prassi” all’interno del carcere del capoluogo.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento