menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
De Luca al Genovesi

De Luca al Genovesi

Gesto allusivo del sindaco ai ragazzi, imbarazzo al "Genovesi-Da Vinci"

Atmosfera decisamente più distesa per il primo cittadino, invece, nel pomeriggio presso la chiesa di "Gesù risorto" dove Luciano De Crescenzo ha presentato il suo libro "Gesù è nato a Napoli"

Momenti di imbarazzo, ieri mattina, presso l'aula magna dell'istituto Genovesi-Da Vinci, dove si è tenuto il secondo appuntamento di "Sapere Aude. Percorsi culturali di eccellenza". Ad esporre la sua relazione agli studenti, il professore Nicola Oddati e il giornalista di Repubblica Eduardo Scotti. A seguire, la battuta del sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca: "Alla vostra età se avessi dovuto ascoltare la relazione del giornalista e quella del professore...", ha detto, indicando con un chiaro gesto la seccatura suscitata dai due interventi. Applausi e risate di una parte dei ragazzi al gesto allusivo. Probabilmente offeso, Oddati ha lasciato la sala mentre Scotti ha ribattuto al sindaco: "Sono d'accordo con lei, quando ha detto fuori i cafoni da Salerno..", riferendosi alla campagna cafoni zero. E De Luca ribatte: "Ma come, si risentono per una battuta... Volevo dire che quest’atteggiamento, più responsabile del nostro, mi rende fiducioso".

Atmosfera decisamente più distesa per il primo cittadino, invece, nel pomeriggio presso la chiesa di "Gesù risorto" dove Luciano De Crescenzo ha presentato il suo libro "Gesù è nato a Napoli". De Crescenzo che si è definito un “presepista”, ha assicurato di apprezzare Luci d'Artista e ha confessato “di aver voglia di restare a Salerno”. Applausi e risate di una parte dei ragazzi al gesto allusivo sulla noia degli interventi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento