Scafati, tentata estorsione: imprenditore minacciato e picchiato

Il suo aggressore, un 57enne scafatese, è stato tratto in arresto dalla polizia mentre aggrediva la sua vittima, un imprenditore umbro, dopo averla minacciata

Minacciato allo scopo di fargli abbandonare l'attività lavorativa e picchiato: brutta avventura per il titolare di un'azienda umbra - impegnata nel settore di impianti e prodotti Gas - energia - che dagli inizi del 2013 gestiva il proprio impianto a Scafati, nell'agro nocerino sarnese. Il suo aggressore è stato però arrestato, colto sul fatto dagli agenti di polizia.

L'ANTEFATTO - Tutto ha inizio nei mesi scorsi, quando l'imprenditore ha iniziato a subire atti intimidatori che avevano lo scopo di fargli abbandonare la propria attività: gli agenti hanno accertato che già nel mese scorso l'imprenditore era stato avvicinato da un uomo che gli aveva ordinato di abbandonare l'impianto entro una settimana e senza alcun compenso, dicendogli che il "sistema" voleva prendere "provvedimenti nei suoi confronti" e che l'impianto doveva essere gestito da "altre persone", inducendolo così - si legge a temere per la sua incolumità e riferendogli di conoscere esattamente dove egli abitasse in Umbria e, fatto ancor più grave, che altre persone si erano recate in Umbria ove erano venute a conoscenza del luogo di lavoro della sua fidanzata. Nei giorni successivi, il titolare dell’azienda umbra aveva inoltre ricevuto minacce telefoniche.

L'AGGRESSIONE E L'ARRESTO - I poliziotti del commissariato di Nocera Inferiore, venuti a conoscenza di quanto accaduto, si sono quindi appostati presso l'azienda dell'imprenditore e l'appostamento ha dato i risultati sperati: presso l'impianto, ieri mattina, si è infatti recato un uomo (una persona diversa, si è appreso, dall'uomo che in precedenza aveva minacciato l'imprenditore) che, dopo aver minacciato il titolare dell'azienda, ha iniziato a picchiarlo. I poliziotti sono quindi subito intervenuti evitando il peggio ed hanno identificato l'aggressore: si tratta di C. F., 59enne di Scafati. L'uomo è stato tratto in arresto per tentata estorsione. Il titolare dell'azienda è stato medicato in ospedale per le lievi ferite riportate. L'aggressore è stato condotto presso il carcere di Salerno, zona Fuorni, a disposizione dell'autorità giudiziaria. Sono in corso ulteriori indagini della polizia per identificare i complici dell'uomo che potrebbero rispondere, riferisce la questura di Salerno, di "tentata estorsione aggravata dall'uso di metodi di intimidazione mafiosa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni 2020 in Campania: lo spoglio e i risultati/La diretta

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • Inizio dell'anno scolastico: 1° campanella il 28 settembre in altri 7 comuni salernitani

  • "Oggi voti? Certo, dopo il matrimonio mi reco al seggio": curiosità a Sassano per gli "sposi elettori"

  • Elezioni amministrative 2020: la diretta dello spoglio, i risultati

  • Elezioni regionali 2020: ecco chi è mister preferenze a Salerno città, i più votati

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento