Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Tentata truffa ad una 90enne di Giffoni: l'arzilla nonnina non ci casca e allerta i carabinieri

Il malvivente si era presentato come l’incaricato delle consegne di materiale elettronico ordinato dal figlio delle signora: ovviamente, per la stessa consegna, la donna avrebbe dovuto versare 500 euro

Ha tentato di truffare un'anziana 90enne di Giffoni Sei Casali, ma non l'ha passata liscia. Il malvivente si era presentato come l’incaricato delle consegne di materiale elettronico ordinato dal figlio delle signora: ovviamente, per la stessa consegna, la donna avrebbe dovuto versare 500 euro. L’anziana ha finto di rientrare in casa per prelevare la somma di denaro, mentre ha invece chiamato il 112 consentendo così ai carabinieri del Maresciallo Fortunato di giungere immediatamente sul posto e di “pizzicare” il truffatore, P.C. 34enne napoletano con precedenti che, al posto dei soldi ha ricevuto l’ennesima denuncia per tentata truffa.

Sequestrato il “pacco” da consegnare, perfettamente imballato con tanto di indirizzo del destinatario e contenente solo fili elettrici, nonchè l’auto, una fiammante Ford Fiesta bianca risultata anche riportante una targa alterata per impedire di risalire al proprietario, qualora ripresa da qualche sistema di videosorveglianza. Sono in corso indagini da parte dei carabinieri per accertare il coinvolgimento del truffatore in altri episodi commessi in zona. L’arzilla vecchietta ha riferito di essersi insospettita per l’insolita consegna poiché aveva letto su un giornale di una truffa ai danni di un anziano perpetrata con le stesse modalità. I carabinieri da tempo, a loro volta, attraverso anche una martellante campagna mediatica (sul sito istituzionale vi è una sezione dedicata) non mancano di richiamare l’attenzione degli anziani sul fenomeno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentata truffa ad una 90enne di Giffoni: l'arzilla nonnina non ci casca e allerta i carabinieri

SalernoToday è in caricamento