menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentano di rubare un'auto, nei guai due "baby ladri": caccia ai complici

Arresto della Polizia, nella notte: un 18enne nato e residente a Salerno è accusato di tentato furto di auto, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Uno dei suoi complici, un 17enne, è stato denunciato

Arresto della Polizia, nella notte: un 18enne nato e residente a Salerno è accusato di tentato furto di auto, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Uno dei suoi complici, un 17enne, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per gli stessi reati. Gli agenti sono intervenuti, intorno all'1, in Via Yuri Gagarin, dove era stata segnalata la presenza di cinque giovani che stavano armeggiando in maniera sospetta vicino ad una Fiat Punto parcheggiata. Il sopraggiungere della volante della Polizia ha costretto i giovani malintenzionati ad interrompere il tentativo di furto ed a fuggire a bordo di tre motorini.

L’immediato inseguimento ha consentito ai poliziotti della volante intervenuta sul posto di bloccare uno scooter Piaggio Beverly con a bordo due giovani, i quali hanno reagito opponendo una strenua resistenza al fermo, mentre l’equipaggio di un’altra volante ha inseguito il conducente di uno degli altri due scooter, un Piaggio Liberty, che circolava con una targa di cartone palesemente contraffatta, tanto da costringerlo ad abbandonare il mezzo a seguito dell’impatto contro il muro perimetrale di un istituto scolastico, causato dalla forte velocità. Abbandonato lo scooter, però, il conducente è riuscito a fuggire a piedi. I poliziotti hanno appurato che il 18enne alla guida del Piaggio Beverly era senza patente, mentre il Piaggio Liberty era stato rubato lo scorso giugno. Entrambi i motorini sono stati sequestrati. Intanto, gli accertamenti dei poliziotti sul luogo del tentativo di furto hanno consentito di rilevare evidenti segni di effrazione alla portiera lato guida e al quadro d'accensione della Fiat Punto, il cui proprietario è stato contattato ed è giunto poco dopo sul posto. Sono in corso ulteriori indagini per l’identificazione degli altri tre complici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento