Tentato furto in un'impresa del tonno a Pellezzano: tre denunce

I carabinieri li hanno sorpresi, nel cuore della notte, mentre cercavano di portare via alcuni barattoli che avevano nascosto all’interno dei giubbotti. Blitz anche all'interno della sede della Protezione Civile

Tentato furto, la scorsa notte, allo stabilimento di produzione di tonno "Iasa" a Pellezzano. Secondo quanto riportato dalle forze dell’ordine, il tentativo di furto è avvenuto nella notte tra venerdì e sabato, intorno alle ore 3.15. Ad accorgersi del reato che si stava compiendo, è stata una pattuglia della squadra Radiomobile, coordinata dal Maggiore Cisternino ed affiancata da un’altra auto di supporto, che ha sorpreso tre soggetti nel tentativo di compiere il furto all’interno dello stabilimento.

La dinamica

Due di loro si erano già introdotti all’interno della zona di stoccaggio, sprovvisto di telecamere di sorveglianza, mentre un altro complice era rimasto fuori a far da “palo” per avvertire gli altri due furfanti in caso di imprevisti. I due introdottisi si erano impossessati di decine barattoli di tonno, che avevano nascosto all’interno dei propri giubbotti. I militari, dopo averli bloccati, hanno denunciato i tre a piede libero alla Procura di Salerno per concorso in furto aggravato e proposto il foglio di via. Si trattava di tre uomini di età compresa tra i 35 e 40 anni provenienti da Secondigliano (Napoli).

L'altro furto

Oltre allo stabilimento "Iasa" anche la sede della locale Protezione Civile “Santa Maria delle Grazie” è stata presa di mira dai malviventi. Il presidente Agostino Napoli ha provveduto a sporgere denuncia verso ignoti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il commento del sindaco:

“Sento il dovere di ringraziare i carabinieri della locale stazione di Pellezzano, che insieme a un’altra pattuglia di militari dell’arma che fanno capo alla Compagnia di Mercato S. Severino, agli ordini del Maggiore Alessandro Cisternino, hanno sventato un furto all’interno dello stabilimento “Iasa” di Pellezzano, dove viene eseguita la lavorazione del tonno. E’ deplorevole l’atteggiamento di questi malviventi, soprattutto in un periodo molto delicato come quello che stiamo vivendo, nel quale, ognuno di noi, Istituzioni, Forze dell’Ordine, volontari della Protezione Civile e gli stessi cittadini, stanno compiendo ammirevoli sforzi per contrastare i disagi e le difficoltà che si stanno verificando. Venire a conoscenza di atti come questi evidenzia un indice di inciviltà, completamente fuori luogo e da condannare senza mezzi termini. La nostra reazione a simili vigliaccherie deve essere quella di continuare a operare per il bene della comunità e a coltivare il buon senso e il rispetto delle regole, che rappresentano l’unica strada possibile per uscire da questa emergenza sanitaria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: sospesa la scuola fino al 30 ottobre, chiusi i circoli e stop all'asporto dopo le 21 e alle feste

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Mini-lockdown in Campania: pubblicata l'ordinanza, De Luca frena le attività e chiude le scuole

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: più smart working e nuova stretta sui ristoranti, possibile freno alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento