rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Cronaca

Trovato in cella con tagli ai polsi e alle braccia: ricoverato il presunto assassino di via San Leonardo

Ieri mattina era atteso, ma non si è presentato, al tribunale di Nocera Inferiore per prendere parte all’udienza preliminare che lo vede imputato per una rapina commessa a Baronissi, ai danni di un’anziana di 65 anni

Avrebbe tentato il suicidio o sarebbe stato aggredito da un altro detenuto il 42enne di Baronissi, nei giorni scorsi rinviato a giudizio per l’omicidio di un’anziana di via San Leonardo, Maria grazia Martino, e per il tentato omicidio della sorella Adele. L’uomo, infatti, è stato trovato con ferite alle braccia e ai polsi all’interno della sua cella nella casa circondariale di Salerno.

Il fatto

Ieri mattina era atteso, ma non si è presentato, al tribunale di Nocera Inferiore per prendere parte all’udienza preliminare che lo vede imputato per una rapina commessa a Baronissi, ai danni di un’anziana di 65 anni. Tale episodio sarebbe stato commesso una settimana prima dell’omicidio di via San Leonardo. Fatto sta che, per via di quanto accaduto, il 42enne è stato trasportato d’urgenza al “Ruggi d’Aragona” dov’è stato preso in cura e medicato dal personale sanitario. Per lui si è reso necessario il ricovero nel reparto detenuti ma, comunque, non è in pericolo di vita. Intanto, sono in corso le indagini da parte della Polizia Penitenziaria per ricostruire l’accaduto. La pista più accreditata sarebbe, comunque, quella del tentato suicidio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovato in cella con tagli ai polsi e alle braccia: ricoverato il presunto assassino di via San Leonardo

SalernoToday è in caricamento