menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ostaglio (foto comune di Salerno)

Ostaglio (foto comune di Salerno)

Rifiuti, scoppia la protesta ad Ostaglio

Tre operai si sono barricati in un ufficio minacciando di darsi fuoco: la situazione per i lavoratori del Corisa2 è disperata

Si sono barricati in un ufficio del sito di trasferenza rifiuti di Ostaglio e minacciano di darsi fuoco: questa la protesta di tre operai del Consorzio di Bacino Salerno 2, esasperati come tanti colleghi a causa della difficile situazione legata al mancato pagamento degli stipendi e all'incertezza sul loro futuro occupazionale. I lavoratori del Corisa2 hanno inoltre bloccato proprio il sito di trasferenza di Ostaglio per protesta.

Alla base della protesta la difficile situazione vissuta dal Consorzio, aggravata dalla decisione del Monte Paschi di chiedere il rientro di oltre 2 milioni di Euro. Bloccati quindi i pagamenti degli stipendi di dicembre. Incertezza per i 6 mesi di proroga decisi dal Governo a dicembre scorso. Il blocco di Ostaglio rischia di provocare ulteriori disagi alla raccolta dei rifiuti a Salerno città.

Già ieri mattina i sacchi del secco indifferenziato (che si conferisce il lunedì sera) era rimasto parzialmente in strada per l’assemblea dei lavoratori di Salerno Pulita, la società municipalizzata, anche loro preoccupati per il futuro occupazionale. Questa mattina gli automezzi sono usciti regolarmente per completare la raccolta di ieri (indifferenziato) e per ritirare l’organico depositato invece ieri sera. Materiale che, però, rischia di restare sugli scarrabili se proseguisse l’impossibilità di conferire ad Ostaglio.

"E' una situazione difficile e in questo momento la legge non ci aiuta - ha dichiarato Massimiliano Cafaro, sindacalista Ugl - non è facile mantenere la calma purtroppo, i lavoratori chiedono di essere pagati e chiedono certezze sul futuro. Ci sono troppi comuni morosi". Non è purtroppo il primo episodio di gesti "eclatanti" da parte di lavoratori disperati: nei mesi scorsi, nelle isole ecologiche Fratte e Arechi, si era verificata una analoga protesta che per fortuna non aveva avuto conseguenze drammatiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento