menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Termovalorizzatore, il pm chiede tre anni di carcere per De Luca

Il sindaco di Salerno è accusato di peculato insieme al capo staff Alberto Di Lorenzo e al dirigente del settore dei lavori pubblici del Comune di Salerno Domenico Barletta

Il pm Roberto Penna della Procura di Salerno ha formulato la richiesta di condanna a tre anni di reclusione per il sindaco Vincenzo De Luca, indagato per peculato insieme al capo staff Alberto Di Lorenzo e al dirigente del settore dei lavori pubblici del Comune di Salerno Domenico Barletta, nel processo sul progetto di realizzazione di un termovalorizzatore nel 2008.  Secondo Penna il primo cittadino, all'epoca incaricato dal Governo della realizzazione del termovalorizzatore in località Cupa Siglia "non ha rispettato la legge" nel conferimento dell'incarico di project manager al suo capo staff comunale Alberto Di Lorenzo, che "non aveva titoli per svolgere quel ruolo".

Quindi si è trattata di una nomina "illecita" e "dannosa" per le casse dello Stato. “La nomina di Di Lorenzo – ha aggiunto il pm -  era inutile perchè assolutamente non necessaria, lo stesso Di Lorenzo si è rivelato tecnicamente impreparato per svolgere il ruolo a lui conferito. Inoltre la sua figura non era utile perchè il gruppo di lavoro era già composto da tecnici di assoluto valore". La richiesta di condanna vale anche per Di Lorenzo e Barletta.

Rischio sospensione

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Salute

Open day per Pfizer a Roccadaspide e per Moderna a Cava: le date

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento