menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cruciani

Cruciani

Minacce in onda su "La Zanzara", parla il presunto terrorista: "Sono cristiano"

Lo riporta il quotidiano La Città: il 45enne di origini brasiliane spiega che si è trattato solo di uno scherzo

"Uno scherzo", così Deri Brito de Jesus definisce la telefonata con cui il 7 gennaio ha minacciato di morte il conduttore Giuseppe Cruciani, intervenendo telefonicamente nel corso della trasmissione "La Zanzara" su Radio 24. Lo riporta il quotidiano La Città: il 45enne di origini brasiliane che è indagato per associazione finalizzata al terrorismo internazionale e minacce aggravate, accompagnato dall'avvocato Valentina Restaino, è stato interrogato ieri dal sostituto procuratore Rocco Alfano.

"Era uno scherzo. La Zanzara è una trasmissione in cui si fanno scherzi telefonici e io ho pensato di parteciparvi. Credetemi, non avrei mai chiamato se non si fosse trattato di un contesto ironico, non pensavo che mi prendessero sul serio.- ha dichiarato l'uomo -  Ho fatto una stupidaggine, ora lo capisco, ma chi se lo immaginava di finire in una storia così più grande di me. L'ho capito quando sono arrivati gli agenti della Digos a perquisirmi casa, allora ho mandato un tweet a Cruciani per spiegare che stavo solo giocando, che non pensavo mi denunciasse. Vivo in Italia da 19 anni,- ha detto - non ho mai avuto problemi, ho qui mia moglie e quattro figli, trovarmi additato come un terrorista è stato terribile. Non sono nemmeno musulmano, sono cristiano io e alla mia fede ci tengo. Con certe idee estremiste non potrei mai avere nulla in comune. Per esempio non potrei mai condividere il modo in cui sono trattate le donne", si legge, infine, sul quotidiano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento