menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torre Orsaia, treno investe il piccolo Aristotele: salvato da un carabiniere

Adesso il gattino cerca una casa che lo accolga, una nuova famiglia che gli dia affetto e cure amorevoli. Sarà adottabile appena finita la degenza

Aristotele è il nome del gatto recuperato lunedì scorso nei pressi della stazione ferroviaria di Torre Orsaia da Fabio D’Artista, il carabiniere che si è lanciato tra i binari per soccorrere il povero animaletto investito da un treno lunedì scorso e miracolosamente sopravvissuto. Adesso si trova presso l’ambulatorio veterinario di Roccagloriosa, in fase di guarigione e fuori pericolo. Quando è arrivato nella clinica il gatto presentava gravi ferite alle zampe posteriori, una era stata amputata ad altezza del ginocchio, l’altra era fratturata in più punti  tra il  metatarso e le falangi ed in seguito all’incidente  presentava un trauma oculare.

I veterinari dell’ambulatorio che lo hanno operato sono riusciti a recuperare la zampa fratturata purtroppo hanno dovuto amputare l’altro arto all’altezza del bacino e la coda. Attualmente le condizioni cliniche sono buone, caratterialmente il gatto è socievole, vivace, gioca e fa le fusa, al 99% per cento riuscirà a camminare bene senza bisogno di supporti artificiali, anche il trauma oculare sta iniziando a regredire. Adesso Aristotele  cerca una casa che lo accolga, una nuova famiglia che gli dia affetto e cure amorevoli,  il gatto sarà adottabile appena finita la degenza. Chiunque  fosse interessato ad adottare Aristotele può rivolgersi all’ambulatorio veterinario di Roccagloriosa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento