Cronaca

Elicotteri e armi all'Isis, fermati tre italiani convertiti all'Islam: coinvolta Salerno

L’operazione è stata condotta dal Nucleo Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Venezia su ordine della Dda partenopea. L'inchiesta si è estesa alle province di Roma, Napoli, Salerno e L’Aquila

Foto da Today

E’ coinvolta anche la provincia di Salerno nell’operazione del Nucleo della Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Venezia che, su ordine della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, sta eseguendo nelle province di Roma, Napoli, Salerno e L’Aquila il fermo di quattro persone accusate di traffico internazionale di armi e di materiale dual use, di produzione straniera. Si tratta di tre cittadini italiani (tra cui una coppia di San Giorgio a Cremano ) e di un uomo originario della Libia che, dal 2011 al 2015, hanno introdotto in paesi soggetti ad embargo (Iran e Libia), elicotteri, fucili di assalto e missili terra aria senza le necessarie autorizzazioni ministeriali.

L’indagine, coordinata dai pm Catello Maresca e Luigi Giordano, riguarda un traffico di armi destinate sia ad un gruppo dell’Isis attivo in Libia sia all’Iran.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elicotteri e armi all'Isis, fermati tre italiani convertiti all'Islam: coinvolta Salerno

SalernoToday è in caricamento