Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Traffico europeo di armi da guerra, arrestati anche due uomini di Scafati

Dalle indagini, le armi sarebbero passate per più mani. Uno di questi carichi sarebbe stato acquistato dai due uomini, residenti a Scafati

Foto archivio

Traffico europeo di armi da guerra, in Campania. Sono finiti in manette giorni fa F.C. e M.C. , dell'Agro nocerino, con arresti eseguiti dai carabinieri di Torre Annunziata su disposizione della procura Antimafia di Napoli. I due sono accusati di essere interni ad un'organizzazione mafiosa impegnata nell'importazione di armi da guerra. Nello specifico, quattordici pistole, un mitragliatore, kalashnikov e dieci scatole di colpi calibro 7,65. Stando alle indagini, nel gruppo è stata individuata una persona che avrebbe trattato con alcuni stranieri per l'acquisto delle armi. I contatti porterebbero all'Austria, dove altre due persone avrebbero procacciato gli arsenali destinati ai clan di Torre Annunziata, Napoli ed Ercolano, fino a quelli della Nrangheta calabrese.

I contatti con l'Agro

I carabinieri hanno individuato anche i territori interessati dalle indagini, con controlli fatti a Malborghetto Valbruna, in provincia di Udine, con fatti del 28 marzo 2018 collocati tra Terzigno, Napoli e Scafati, fino al territorio austriaco dal 10 febbraio scorso agli ultimi giorni di marzo. I due uomini arrestati rispondono in concorso con il promotore dell'organizzazione sul territorio italiano di un passaggio di armi introdotte nello stato italiano, di una pistola automatica di fabbricazione tedesca, con matricola abrasa, di una pistola priva di matricola, oltre che di dieci pistole a tamburo modello Arminius, calibro 38 special, con matricola abrasa. Dalle indagini, le armi sarebbero passate per più mani. Uno di questi carichi sarebbe stato acquistato dai due uomini, residenti a Scafati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico europeo di armi da guerra, arrestati anche due uomini di Scafati

SalernoToday è in caricamento