Traffico di rifiuti pericolosi destinati in Africa: imbarco al porto di Salerno

Il capoluogo individuato da 4 anni come base logistica per il trasporto di pezzi di autovetture in disuso, rimorchi e motori non sottoposti a bonifiche. Stamattina il blitz a Bari

Il porto di Salerno

C'era anche il porto di Salerno tra le basi logistiche individuate dai promotori pugliesi della gestione illecita e traffico di rifiuti scoperta dai Carabinieri Forestali. Il blitz è scattato stamattina a Bari (in manette tre persone) ma Salerno c'entra perché il porto era stato individuato da 4 anni, insieme ad altri scali italiani, come punto d'imbarco per il trasporto di pezzi di autovetture in disuso, rimorchi e motori non sottoposti a bonifiche. I rifiuti erano prevalentemente destinati in Iran, Libia, Egitto, Giordania, Afghanistan, Togo, Somalia, Iraq, Nigeria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia all'Università di Fisciano: giovane precipita dal parcheggio multipiano e muore

  • Blitz a Casa Campitelli di Pagani, scoperta "azienda" della droga: 13 arresti

  • Suicidio all'Unisa, il cordoglio di Loia: in arrivo tre psicologi per gli studenti

  • Gelo a Ricigliano, il parroco ai fedeli: "Celebro la messa a casa vostra"

  • Contursi Terme piange Mumù, il sindaco dei cani

Torna su
SalernoToday è in caricamento