menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Merci e container, il porto di Salerno supera quello di Napoli: in calo i passeggeri

I dati emergono dal rapporto del Monte dei Paschi di Siena dal titolo “Campania: il punto sulla congiuntura e le prospettive”

Il porto di Salerno continua ad incrementare il suo traffico di container superando addirittura quello di Napoli. Emerge dal rapporto del Monte dei Paschi di Siena dal titolo Campania: il punto sulla congiuntura e le prospettive, che nell’analisi dell’economia regionale dedica un focus anche alla portualità. La quota di mercato campana del traffico container italiano è calata negli ultimi dieci anni di circa 3 punti percentuali (dal 10,3% del 2001 al 7,4% del 2013), secondo i dati di Assoporti e Unioncamere Campane e, sottolinea il rapporto, “tale calo si può imputare al mancato adeguamento dell’infrastruttura del porto di Napoli al fenomeno del gigantismo navale, che richiede terminal più lunghi e spaziosi e fondali più profondi”.

Nel dettaglio la flessione del traffico container nei porti campani, consolida la tendenza in atto dal 2008: in particolare si registra una forte flessione nel porto di Napoli (-12,8% a/a) mentre in quello di Salerno si registra un interessante aumento (+26,3% a/a) che non compensa la flessione in valore dello scalo napoletano. In generale, nel 2013, la maggior parte dei porti del Mezzogiorno ha fatto registrare un calo del traffico merci: in controtendenza sono gli scali di Salerno e Napoli che registrano una crescita (rispettivamente +7,8% anno su anno e +1,8% a/a). I due porti campani registrano però una flessione sul trasporto passeggeri. In particolare spicca la forte crisi di Napoli che fa registrare un -6,8%, anche se resta il più frequentato del Mezzogiorno.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento