menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allevatore aggredisce i vicini di casa con l'accetta: arrestato

Tragedia sfiorata, nella serata di domenica, a Tramonti dove un allevatore della zona ha aggredito due vicini di casa distruggendo anche un'Apecar e un'automobile con dei massi. Sul posto sono giunti i carabinieri

Paura nella serata di ieri a Capitignano, frazione di Tramonti, dove un allevatore della zona, G. G le sue iniziali, di 65 anni, è stato arrestato dai carabinieri per lesioni aggravate, minacce e danneggiamento. L’uomo, infatti, ha aggredito con violenza due vicini di casa. In particolare ha atteso il primo di loro all’ingresso della sua abitazione e, dopo aver impugnato un’accetta, ha iniziato ad inveire contro di lui costringendolo a scappare a piedi e ad abbandonare l’Ape 500 con il quale era arrivato a casa. Dopo averlo inseguito e non riuscendo a raggiungerlo si è scagliato contro il suo veicolo distruggendone il parabrezza con un pesante masso.

E mentre il malcapitato contattava i militari dell’Arma per chiedere aiuto, è giunto sul posto il secondo vicino di casa, verso il quale  G.G. si è immediatamente scagliato lanciando un altro pesante masso sul parabrezza della sua auto, distruggendolo, e colpendo l’uomo, che tentava di scappare a piedi, con quattro colpi di accetta alla schiena (di striscio e fortunatamente non gravi), prima di essere disarmato dallo stesso uomo. Fortunatamente i carabinieri hanno evitato che la situazione precipitasse. Ora il 65enne è agli arresti domiciliari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento