Fidanzati "in trasferta", centri estetici aperti e anziani a spasso: scattano le denunce nel salernitano

A rivolgere un nuovo appello ai cittadini, anche il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli

Il centro estetico chiuso

Riflettori puntati sull'emergenza Coronavirus in tutta Italia. Eppure, nel nostro territorio, non calano i casi di trasgressione da parte di cittadini che, evidentemente e nonostante l'aumento dei casi di contagio, continuano a sottovalutare il problema, non attenendosi alle indicazioni di decreti nazionali e ordinanze regionali e comunali.

Denunciati i fidanzati

In particolare, i carabinieri di Marina di Camerota hanno fermato due persone, dopo l’entrata in vigore del Decreto firmato lo scorso 9 marzo: i giovani, un 22enne di Castellammare di Stabia e un 35enne di Palomonte, non hanno potuto giustificare la loro presenza nel Comune per esigenze di lavoro, situazioni di necessità, motivi di salute o rientro presso il proprio domicilio. I ragazzi, infatti, si erano spostati dal loro comune di residenza per far visita alle rispettive fidanzate: sono stati denunciati per la violazione dell’articolo 650 c.p.

I controlli a Pellezzano

Il blitz a Baronissi

Intanto, nella Valle dell'Irno, è stato chiuso e sanzionato un centro estetico che, incurante delle prescrizioni, erogava prestazioni a due clienti, peraltro non del posto. A renderlo noto, il sindaco di Baronissi, Gianfranco Valiante: "I carabinieri hanno provveduto per quanto di competenza: ho disposto rigorosi e continui controlli su tutto il territorio", ha concluso il primo cittadino.

L'invito ai salernitani

E, infine un nuovo appello ai cittadini, troppo spesso ancora "distratti" nel rispettare l'ordinanza prevista dopo l'emblematico decreto "Io resto a casa", arriva anche dal sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli:

"La nostra comunità vive insieme al resto d’Italia un momento molto difficile. Restando uniti ed osservando scrupolosamente quanto previsto riusciremo a contenere e sconfiggere il Coronavirus. Ognuno di noi è chiamato a fare la sua parte, pur comprendendo che questo comporta sacrifici personali e difficoltà economiche. Ripeto ancora l’appello a restare in casa e ad uscire soltanto per ragioni assolutamente urgenti ed indispensabili: lavoro, motivi di salute, acquisto di farmaci, cibo e prodotti di prima necessità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rivolgo poi un particolare appello alle persone anziane. Ne ho notate tante durante i giri di controllo in città. Gli anziani, com’è noto sono i soggetti più a rischio. Chiedo pertanto a tutti loro, ci stanno particolarmente a cuore, di non uscire di casa per non esporsi ad inutili pericoli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Travolte da un'auto su un muretto, amputata la gamba a Giulia: l'amica avvia una raccolta fondi

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, oggi 2 positivi ad Eboli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento