menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trasporti, Pontecagnano chiede di essere inserita nell'area urbana di Salerno

Il primo cittadino Ernesto Sica ha indirizzato una missiva ad Antonio Marchiello della Direzione Generale per la Mobilità della Regione Campania e all’Agenzia campana per la mobilità

Il sindaco di Pontecagnano Faiano Ernesto Sica e l’assessore alla Mobilità Mario Vivone intervengono sul nuovo sistema tariffario integrato campano su base chilometrica del trasporto pubblico chiarendo la posizione del Comune. “Ribadiamo la necessità che anche il Comune di Pontecagnano Faiano sia inserito nell’area urbana di Salerno” scrivono in una nota congiunta. Il primo cittadino, a tal proposito, ha indirizzato una missiva ad Antonio Marchiello della Direzione Generale per la Mobilità della Regione Campania e all’Agenzia campana per la mobilità. “Con riferimento alla delibera di Giunta Regionale n. 88 del 26 marzo 2013 e alla rimodulazione delle aree urbane, con incidenza diretta sul sistema tariffario integrato campano – afferma in premessa Sica all’interno della nota - si sottolinea la necessità di inserire il Comune di Pontecagnano Faiano nell’area urbana di Salerno, al fine di agevolare economicamente anche l’utenza di Pontecagnano Faiano nell’usufruire dei mezzi di trasporto”.

Tra le motivazioni manifestate dall’Ente nella richiesta si evidenzia soprattutto l’inserimento nella suddetta area di Comuni, come San Mango Piemonte, equidistanti da Salerno rispetto a Pontecagnano Faiano. L’amministrazione, inoltre, ribadisce le proprie “importanti esigenze per il versante trasporto derivanti dall’assenza di istituti superiori e da un ingente numero di giovani studenti pendolari, dalla prossimità di un centro commerciale, dalla presenza di numerose attività produttive con connesse esigenze di trasporto dei lavoratori, dalla presenza del Museo Archeologico Nazionale e di altri siti di sicuro interesse culturale”. “La nostra richiesta – afferma l’assessore Vivone - è determinata da motivi ben precisi e da una questione di equità che meritano identiche valutazioni. Il nostro territorio non può essere penalizzato, tenendo anche conto dell’impegno profuso a favore del servizio di trasporto pubblico garantito gratuitamente dall’Amministrazione a Pontecagnano Faiano".

Poi l'esponente della Giunta Sica conclude: "Ribadiamo la necessità di poter continuare a beneficiare delle tariffe agevolate di trasporto praticate dal sistema tariffario UnicoCampania, anche dopo il 31 dicembre 2014, quando dovrebbe, invece, scattare il sovrapprezzo derivante dal nuovo sistema tariffario integrato campano, in vigore dal 1 gennaio 2015. Non ritengo ammissibile che, considerata la stretta vicinanza al capoluogo, i nostri cittadini debbano corrispondere tariffe differenti rispetto ad altri utenti di Salerno che si trovano, con le fermate, a una distanza di pochissimi metri”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento