Cronaca

Trasporto disabili a Nocera Superiore, interviene il Tar: bocciata l'Anfass

Respinto il ricorso dell'Anfass. La vicenda era stata portata da Cuofano all’attenzione del Piano di Zona S1 in diverse circostanze, già con il precedente coordinamento

“Siamo soddisfatti per un momento di chiarezza, sul trasporto diversamente abili, da parte del Tar che, da organismo terzo rispetto alla vicenda, ha emesso un’ordinanza su una vicenda che riguarda il disagio di tante famiglie”. Lo dichiara il sindaco di Nocera Superiore, Giovanni Maria Cuofano, all’indomani del dispositivo emesso dal Tar di Salerno che rigetta il ricorso presentato dall’Anffas onlus in merito al trasporto dei diversamente abili presso i centri diurni accreditati, sospeso proprio dall’associazione salernitana per una querelle con i Comuni del Piano di Zona, il Piano di Zona stesso e la Regione Campania.

La vicenda

La vicenda era stata portata da Cuofano all’attenzione del Piano di Zona S1 in diverse circostanze, già con il precedente coordinamento: “Abbiamo chiesto a più riprese chiarimenti in merito al fatto che il trasporto esulasse dal costo complessivo della spesa che sosteniamo per i centri diurni – spiega il primo cittadino –  La Regione Campania ha poi chiarito che la spesa per il trasporto deve rientrare nel costo complessivo ed abbiamo iniziato una battaglia affinchè, nel marasma burocratico ed istituzionale , non fossero le famiglie a pagarne le conseguenze”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto disabili a Nocera Superiore, interviene il Tar: bocciata l'Anfass

SalernoToday è in caricamento