Due tentate rapine e un colpo messo a segno: arrestato 34enne salernitano

Le indagini svolte dai poliziotti della Squadra Mobile, anche con l'acquisizione di immagini dei sistemi di videosorveglianza e le testimonianze delle vittime dei tre episodi, hanno ottenuto importanti risultati

Foto repertorio

Due tentativi di rapina ed un colpo riuscito: queste le pesanti accuse per A.A. che, nella tarda serata di ieri, è stato arrestato dal personale della Polizia di Stato appartenente alla Squadra Mobile della Questura. E' finito nei  guai il salernitano, 34enne, in esecuzione della misura cautelare della detenzione in carcere emessa dal Gip di Salerno, perché ritenuto responsabile della commissione, con un coltello, di due tentativi di rapina e un'altra consumata.

Le indagini

Gli agenti hanno accertato che A.A., nella notte del 6 luglio, brandendo un coltello, si era introdotto all’interno di un bar in piazza della Concordia, intimando ai dipendenti la consegna dell’incasso. La reazione di questi ultimi non ha, però, permesso al malfattore di portare a termine la rapina. Successivamente, la sera del 12 luglio, il 34enne ha effettuato un altro tentativo di rapina, anche in questo caso armato di coltello, presso una tabaccheria di Ogliara, ma la reazione del titolare, con una colluttazione, lo ha indotto a desistere dall’intento criminoso. Il titolare della tabaccheria ha riportato lesioni poi giudicate guaribili in 5 giorni dal personale sanitario del nosocomio. Uscito dalla tabaccheria, il malfattore è entrato in un supermercato sito a poca distanza, dove è riuscito a portare a termine una rapina, sottraendo la somma di 200 euro, dopo aver ingaggiato una violenta lite con il fratello del titolare dell’esercizio commerciale, rimasto ferito con prognosi di 10 giorni, come da referto medico.

L'arresto

Le indagini svolte dai poliziotti della Squadra Mobile della sezione reati contro il patrimonio, anche con l'acquisizione di immagini dei sistemi di videosorveglianza e le testimonianze delle vittime dei tre episodi delittuosi, condivise poi dalla Procura della Repubblica, hanno consentito di accertare la chiara responsabilità di A.A. e l’emissione da parte del Gip della misura cautelare, eseguita ieri sera. L’arrestato è stato pertanto condotto presso il carcere di Salerno, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma tra le due Nocera, giovane geometra si toglie la vita

  • Incidente mortale a Baronissi, il ragazzo che guidava interrogato dal gip: "Non ricordo nulla"

  • Via Pietro del Pezzo: rissa in pizzeria, intervengono i carabinieri

  • Eboli, sequestrata una macelleria: il proprietario tenta di aggredire i carabinieri

  • Delitto di Baronissi, l'imputato "cosciente ma con disturbi della personalità"

  • Allaccio abusivo all'energia elettrica: torna libero il titolare del "Giardino degli Dei"

Torna su
SalernoToday è in caricamento