Tre scosse di terremoto tra Campania e Basilicata: nessun danno

L'epicentro, a una profondità di sette chilometri, è stato registrato a una trentina di chilometri dal capoluogo della Basilicata tra Muro Lucano, Bella, Castelgrande, Balvano (Potenza) e Ricigliano (Salerno)

Momenti di tensione, questa mattina, tra Campania e Basilicata. Tre scosse di terremoto (la più forte di magnitudo 2.8, le altre due di 2.1) sono state registrate in provincia di Potenza tra le 9.49 e le 10.07. Secondo quanto segnalato dall'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, l'epicentro, a una profondità di sette chilometri, è stato registrato a una trentina di chilometri dal capoluogo della Basilicata tra Muro Lucano, Bella, Castelgrande, Balvano (Potenza) e Ricigliano (Salerno). Non risultano danni a persone o cose.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Posticipato l'inizio della scuola in 12 comuni salernitani, l'elenco si allunga

  • Covid-19: tra ieri e oggi 24 nuovi casi nel salernitano, contagio a Campagna

  • Covid-19: 195 nuovi contagi di cui 21 casi di rientro, coppia positiva a Campagna

  • Contagi Covid in aumento, parla De Luca: "Ondata pericolosa in autunno"

  • Covid-19, cinque casi nel comune di Serre. Il sindaco: "Uscite solo se necessario"

  • Blitz antidroga a Scafati: 23 persone in carcere, 13 ai domiciliari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento