Cronaca Pastena / Via Racioppi

Tre truffe sventate nello stesso pomeriggio a Salerno, l'appello del Questore

Continua a portare buoni frutti la campagna di comunicazione “Difendiamoci”, realizzata dal Questore di Salerno, Antonio De Iesu e finalizzata a fornire consigli e suggerimenti agli anziani su come difendersi dai truffatori

Fortunatamente, continua a portare buoni frutti la campagna di comunicazione “Difendiamoci”, realizzata dal Questore di Salerno, Antonio De Iesu e finalizzata a fornire consigli e suggerimenti agli anziani su come difendersi dai truffatori. A Salerno, infatti, ieri ci sono stati tre tentativi di truffa nei confronti di anziani, con lo stesso modus operandi: mediante la tecnica del falso agente di una compagnia di assicurazione i malviventi hanno tentato di spillare euro ai malcapitati.

Ma grazie alla lucidità mentale e prontezza di spirito delle vittime prescelte, le truffe non sono andate a buon fine. Un primo caso è avvenuto intorno alle ore 14, in via Antonio Santoro, dove una coppia di anziani ha ricevuto una telefonata da un presunto agente assicurativo che chiedeva 3.500 euro a saldo del pagamento dei danni causati dal figlio a seguito di un incidente stradale. I due coniugi non hanno abboccato all’amo ed hanno rifiutato di continuare la conversazione minacciando di chiamare la Polizia, come poi effettivamente hanno provveduto a fare. Altri due analoghi episodi, con la stessa tecnica del falso assicuratore, si sono consumati intorno alle 14.30 in via Giacomo Racioppi, dove all’anziana vittima del tentativo di truffa è stata chiesta la somma di 3 mila euro e un po’ più tardi in via Giacinto Romano, con richiesta di 2 mila e 500 euro. Anche in questi casi, i truffatori sono rimasti con un palmo di naso in quanto gli anziani presi di mira non sono caduti nel tranello ed hanno poi denunciato il tentativo di truffa alla Polizia.

Il Questore, intanto, ha rinnovato l'invito agli anziani affinchè siano sempre vigili e diffidino di persone sconosciute che chiedono, a qualsiasi titolo, del danaro, non aprendo la porta a chiunque si spacci per funzionario di società di servizi pubblico, agente assicurativo o che affermi di dover consegnare pacchi contenenti prodotti acquistati da familiari, con un  corrispettivo da versare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre truffe sventate nello stesso pomeriggio a Salerno, l'appello del Questore

SalernoToday è in caricamento