menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Treno bloccato un'ora e mezza in galleria a Salerno: "Scene da panico a bordo"

A raccontare quanto accaduto in mattinata è il presidente nazionale di Fare Ambiente Pepe su Facebook: "A Napoli ci vengono incontro i soccorsi e dei medici allora solo allora realizzo che non ho sognato ma ho vissuto una strana emergenza"

Disagi questa mattina per i passeggeri del treno Intercity 35452 (partito dalla Calabria e diretto a Roma Termini) che, a causa di un guasto tecnico, è rimasto bloccato quasi un’ora e mezza all’interno della galleria tra Salerno e il bivio di Santa Lucia. I vagoni sono rimasti senza luce e aria condizionata. A raccontare l’accaduto è il presidente nazionale di Fare Ambiente Vincenzo Pepe, salito a bordo del convoglio da Agropoli alle ore 12.06: “Scene di panico, con bambini che piangono, stranieri che non capiscono! Qualcuno propone di forzare le porte e i finestrini! Oltre 500 persone disperate con il personale delle ferrovie dello Stato bravissimi ma totalmente impreparati ad una tale emergenza! Aprono i finestrini di emergenza ma dopo un pò per il caldo l'aria inizia a mancare! Una signora consola e cerca di distrarre una signora che soffre di ansia, uno studente non arriverà in orario per l'esame e si dispera! Un signore calabrese piange e prega” scrive sulla sua pagina Facebook.

Poi l’esponente ambientalista aggiunge: “Io cerco di sdrammatizzare ma anche io soffro di claustrofobia. La motrice si è rotta ed è senza energia aspettiamo i soccorsi ed una motrice da Napoli che deve trainarci fino alla stazione di Napoli. Dopo un tempo interminabile dove i minuti e i secondi li declini tra rabbia, rassegnazione e panico arriva l'energia si riattiva l'aria e si esce dal tunnel e si riaccende la speranza che forse era solo un sogno e non la realtà. Mi sarò addormentato ed ho sognato di trovarmi in una situazione da incubo. Alle 16.35 arriviamo a Napoli ci vengono incontro i soccorsi e dei medici allora solo allora realizzo che non ho sognato ma ho vissuto una strana emergenza. Qualche straniero che deve arrivare a Roma mi chiede cosa deve fare! Dico di salre tutti sul freccia rossa delle 16.40 e voglio vedere chi parla! Molti mi seguono altri stremati si disperdono nella stazione di Napoli. La motrice non funzionava già dalla Calabria e ad Agropoli arriva con oltre 80 minuti di ritardo”.

Purtroppo non è la prima volta che si verificano episodi del genere: “Non è la prima volta, del resto tutti sanno che al Sud le ferrovie sono un disastro. La motrice dal sud e per il sud non funziona meglio non ha energia. Io non mollo e non mi rassegnò! Le inefficienze vanno denunciate, bisogna alzare la voce e non rassegnarsi nel vivere nella palude di un sud rassegnato, senza energia e senza speranza” conclude amaramente Pepe.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Salerno usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento