menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trincerone Est e Piazza della Libertà, parla De Luca: “Ci sono sangue e vita nostri"

Stamattina sono stati presentati i lavori - importo di oltre 10 milioni di euro - che comprendono la realizzazione della piastra di copertura dei binari ferroviari, la predisposizione al collegamento viario parallelo alla linea ferrata da via Cacciatore a via dei Principati e le opere in sottopasso

Nuovo look per il Trincerone Est di Salerno. Stamattina sono stati presentati i lavori - importo di oltre 10 milioni di euro - che comprendono la realizzazione della piastra di copertura dei binari ferroviari, la predisposizione al collegamento viario parallelo alla linea ferrata da via Cacciatore a via dei Principati e le opere in sottopasso per la predisposizione del collegamento viario parallelo alla linea ferrata da via Ripa a via Dalmazia. In seguito saranno ultimati i collegamenti con via Dalmazia, da un lato, e tra via Cacciatore e via dei Principati dall’altro. La copertura dell'area di circa 4800 mq ha permesso la realizzazione di una nuova piazza con 30 stalli di parcheggio auto a rotazione e superfici attrezzate per lo sport ed il tempo libero.

Il governatore

Alla presentazione ha partecipato anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, che ha detto: "Ci abbiamo messo un po' di tempo ma siamo arrivati alla conclusione. Non è ancora finita, proseguiremo. È un'opera bellissima: abbiamo ricavato una piazza urbana al servizio del quartiere, una piccola area sportiva, un giardino per i bambini del quartiere. L'opera non è finita, perché deve essere completata con gli assi viari che portano alla via Cacciatore, via Dalmazia e che collegano all'altra parte della città. Ci sono state difficoltà, un po' di problemi con le imprese: siamo in Italia... Alla fine si è realizzata un'altra opera, di quelle che si vedono nella città una volta ogni cento anni". A breve piazza della Libertà, "che è uno dei simboli della nuova Salerno. Vi ricordate quanto c'è costato questo progetto? Non voglio ricostruire e non mi voglio intossicare. Questa è la città che abbiamo sognato, che comincia da Santa Teresa. Vi ricordate? - incalza De Luca, rivolgendosi ai giornalisti - la spiaggia di Santa Teresa si è triplicata. Immaginate il lungomare che ha di fronte una spiaggia con cento metri di profondità: prima piazza della Concordia, poi Torrione, quindi Mercatello. Dicevano che avremmo tolto la spiaggia storica ai salernitani. Invece si è triplicata: cambiano il destino di Salerno e la sua immagine. Dobbiamo essere bravi come sempre a conservare queste belle cose che realizziamo e per le quali qualcuno di noi ci ha rimesso la vita".

Il sindaco


Si apre, dunque, il primo tratto: vuol dire maggiore spazio per il parcheggio delle auto ma soprattutto la prospettiva di completare al più presto un'opera gigante. Il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, la definisce "importantissima, che inauguriamo con sollievo e soddisfazione". Aggiunge: "Fa parte di un ragionamento generale sull'asse che collega questa parte della città e prosegue verso il centro storico, dove interverremo con un ulteriore lavoro, in modo tale che quest'asse verticale che collega questa parte di Salerno con la zona alta risponda all'idea di ulteriore urbanizzazione. La città in questi anni è stata infrastrutturata attraverso collegamenti mare-collina, aeroporto, Porta Ovest e opere di collegamento a monte, il ripascimento del litorale, parco dunale, il progetto del palazzetto dello sport".

Lo scenario


"A qualcuno un po' distratto può sembrare che l'intervento presentato stamattina si riduca ad una maggiore dotazione di parcheggi per gli automobilisti - commenta il vice sindaco e assessore all'urbanistica, Mimmo De Maio - Ci troviamo, invece, di fronte ad uno degli interventi più complessi realizzati nella città di Salerno". Ecco perché: "Ci troviamo in prossimità della stazione centrale e tutto l'intervento è stato effettuato senza interrompere mai il collegamento su ferro. Si è lavorato molto spesso di notte. Ci sono due livelli, al di sotto del ferro stesso, che consentiranno di collegarci con via Santi Martiri Salernitani da un lato e dall'altro oltre via dei Principati, nella direzione verso Nord. Ci sono state difficoltà ma mi preme registrare - e di questo ringrazio le maestranze - che non si sono mai verificate particolari criticità per gli edifici contigui, pur trovandoci nel cuore della città. Adesso i salernitani fruiscono di un parcheggio più ampio e di una piazza". De Maio fa riferimento anche a piazza della Libertà: "Siamo al rush finale. Oltre ai lavori di pavimentazione della piazza, si stanno completando le infrastrutture per la meccanizzazione del sistema di parcheggio. Siamo lavorando anche sulla immagine, sulla pelle del parcheggio. Potremo completare appena gli aspetti burocratici e amministrativi saranno definiti. Avere a disposizione 650 posti auto dà una risposta significativa alla carenza atavica di parcheggi in città. Nei prossimi giorni attrezzeremo una ulteriore zona di parcheggio in via Vinciprova, che è stata bonificata, per i residenti". Poi il viadotto Gatto: "Sono in corso in questo momento - spiega De Maio - i lavori di manutenzione. Lavoriamo solo di notte per non incidere sul flusso di traffico che si sviluppa in questa zona. Tra 15-20 giorni completeremo i lavori in questo tratto con la messa in sicurezza delle velette laterali e la sostituzione di guardrail".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Salerno: San Matteo ed il Miracolo della Manna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento