rotate-mobile
Cronaca Moio della Civitella

Appalto col trucco: assolti sindaco e vice, condannato il funzionario

I fatti risalgono ad otto anni fa: Luigi Ruggiero, rappresentante di una cooperativa locale, aveva rilevato dei presunti illeciti in una gara d’appalto per l'affidamento del servizio della mensa scolastica

Il giudice del Tribunale di Vallo della Lucania, dottoressa Bove, ha condannato per turbativa d'asta un funzionario del Comune di Moio della Civitella che avrebbe favorito una impresa "amica", aiutandola ad aggiudicarsi il servizio mensa scolastica. Assolti il sindaco e il vice sindaco. I fatti risalgono ad otto anni fa. Il rappresentante di una cooperativa locale aveva denunciato presunti illeciti in una gara d’appalto per l'affidamento del servizio mensa. Scattate le indagini, la Procura di Vallo della Lucania aveva chiesto ed ottenuto il rinvio a giudizio per il RUP della gara d'appalto e per gli amministratori locali.

Il giudice, invece, ha accolto la richiesta della Procura ed ha condannato il funzionario. Assolti sindaco e vice sindaco di Moio della Civitella. Risarcimento di 20mila euro a favore del rappresentante della cooperativa locale che aveva denunciato e si era costituito parte civile per i danni derivanti dalla mancata aggiudicazione del servizio mensa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appalto col trucco: assolti sindaco e vice, condannato il funzionario

SalernoToday è in caricamento