menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffa del pacco in Costiera: arrestato un napoletano

Il truffatore, ottenute collane e bracciali, di notevole valore economico oltre che affettivo (quantificati tra i 7mila ed i 10mila euro), si allontanò a bordo della propria vettura

E' finito ai domiciliari l'autore della truffa ad un'anziana di Scala che era stata derubata di contanti e monili di valore. A sette mesi dagli accertamenti dei militari, con l'ausilio del personale delle Compagnie di Napoli-Stella e Napoli-Poggioreale, è stata eseguita un'ordinanza applicativa della custodia domiciliare nei confronti di un residente a Napoli, accusato di "truffa aggravata". Il provvedimento, emesso dal Gip del Tribunale di Salerno su richiesta della locale Procura della Repubblica, è il frutto di una complessa attività d'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica e svolta dalla Compagnia Carabinieri di Amalfi, iniziata lo scorso mese di settembre, a seguito della denuncia querela presentata da una 83enne di Scala. La donna è stata raggirata con il noto sistema della consegna di un pacco ordinato da un fantomatico nipote: i malviventi, agendo con un modus operandi predeterminato, telefonarono alla vittima designata. Una voce femminile riferì che il giovane nipote necessitava del prestito di una considerevole somma di denaro per l'acquisto di un personal computer. A quel punto intervenne una uomo il quale, spacciandosi per il nipote, rassicurava l'anziana circa l'arrivo del pacco, con la richiesta di anticipo della somma. Come concordato, l'anziana s'incontrò nella piazzetta del paese con un altro complice che le affidò il pacco previa consegna del denaro. Dopo pochi istanti, il sedicente nipote richiamò l'ignara anziana, invitandola a consegnare all'amico anche i suoi monili in oro in cambio di un altro pacco. Il truffatore, ottenute collane e bracciali, di notevole valore economico oltre che affettivo (quantificati tra i 7mila ed i 10mila euro), si allontanò a bordo della propria vettura.

Le indagini

Trascorse alcune ore, l'anziana aprì i pacchi ricevuti, trovandovi all'interno due risme di carta e due bilance elettroniche di scarso valore. Compreso di aver subito una truffa, immediatamente allertò i figli e le Forze dell'ordine che sottoposero a sequestro i pacchi e il loro contenuto. Grazie ad una capillare acquisizione di filmati degli impianti di videosorveglianza, pubblici e privati, è stato possibile individuare la targa dell'auto del responsabile, a bordo della quale, a pochi giorni di distanza dalla tuffa, era stato controllato l'indagato. Ad incastrare l'uomo, anche le impronte rinvenute sul materiale sequestrato, oltre all'individuazione fotografica effettuata dalla vittima durante le indagini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Salute

Open day per Pfizer a Roccadaspide e per Moderna a Cava: le date

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento