menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Muscoli

Muscoli

Ormoni per i muscoli con ricette false: tra le palestre nei guai, anche alcune salernitane

Somministrati in totale assenza di controllo medico, i farmaci sono risultati pericolosi per la salute: per il loro acquisto in farmacia, gli indagati usavano ricette mediche intestate a persone ignare, decedute o conniventi

Commerciavano illecitamente ormoni della crescita tra cultori del body building agonistico ed amatoriale con ricette rubate. Smantellata un'organizzazione suddivisa in ''cellule'' dislocate in varie regioni del sud, stamattina, grazie all'operazione dei carabinieri del Nas di Cosenza che, in esecuzione di provvedimenti del gip, hanno eseguito sette ordinanze di custodia cautelare in carcere e due ai domiciliari in provincia di Cosenza.

Oltre a cinque divieti di dimora nelle provincie di Cosenza, Foggia e Napoli, due obblighi di dimora nella province di Messina e Napoli, i militari hanno effettuato 80 perquisizioni, anche a carico di persone non indagate, nelle provincie di Salerno, Avellino, Bari, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Foggia, Isernia, Latina, Messina, Napoli, Reggio Calabria, Roma e Taranto. Sequestrati, quindi, alcuni ricettari rubati e diversi flaconi di farmaci.

Partita d'iniziativa nel 2011 dopo la scoperta di ricette prescritte ad una persona defunta, le indagini hanno portato alla luce un traffico illecito di medicinali con il principio attivo di ''somatotropina'', anche ad uso veterinario, comunemente conosciuto come ormone della crescita. L'organizzazione, pur essendo composta da numerose ''cellule operative'' dedite alla distribuzione finale, per l'approvvigionamento dei farmaci faceva capo alla ''cellula'' cosentina, in grado di reperirli in farmacie della provincia di Cosenza e successivamente spacciarli ad atleti di palestre in Campania, Sicilia, Puglia e Molise, per aumentare le masse muscolari.

Somministrati in totale assenza di controllo medico, i farmaci sono risultati pericolosi per la salute. Per l'acquisto in farmacia, gli indagati usavano ricette mediche sottratte al Servizio sanitario nazionale e successivamente intestate a persone ignare, decedute o conniventi: con tale sistema venivano acquistate significative quantità di farmaci fra i quali Humatrope, Norditropin Simplexx, Winstrol e Deca-Durabolin. La truffa, nel triennio 2011-13, ha avuto un ammontare di circa 1 milione di euro.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

social

Superenalotto: vincita di 84.032,07 euro a Pagani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Lotto tecnico: nuove vincite per i lettori, i numeri

  • social

    Lotteria degli scontrini: i codici della seconda estrazione

  • social

    Prignano Cilento, dopo 50 anni ritorna l'aquila sul Monumento ai Caduti

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento