Truffe dell'R.C.A durante il lockdown: cinque denunce tra Salerno e Napoli

Nel mirino dei carabinieri sono finiti tre uomini e due donne, di età compresa tra i 18 ed i 45 anni, già noti alle Forze dell’Ordine

L’attività dell’Arma finalizzata alla prevenzione e repressione dell’odioso fenomeno delle truffe continua in maniera incessante. Dopo l’azione di contrasto eseguita con l’iniziativa Difenditi dalle truffe, la Compagnia Carabinieri di Avellino ha proceduto a deferire all’Autorità Giudiziaria alcune persone accusate di tale reato. Tra di essi anche dei salernitani.

La denuncia durante il lockdown

Questa volta l’indagine, avviata dai carabinieri della Stazione di Ospedaletto d’Alpinolo, prende spunto dalla denuncia sporta da un cittadino che, in pieno “lockdown”, dovendo assicurare la sua moto, venne attirato dal prezzo oltremodo conveniente di una polizza R.C.A. pubblicizzata su internet. Per questo non esitò a richiedere un preventivo. Ignaro del raggiro in cui sarebbe incappato, effettuò il pagamento del premio di circa 370 euro, mediante bonifico bancario. Quindi, ricevuta la documentazione via mail, tramite un’applicazione dello smartphone, appurò che in effetti la moto non risultava assicurata. E così contattò telefonicamente il sedicente broker assicurativo che, adducendo ad un mancato aggiornamento dell’app utilizzata, gli garantì l’effettiva copertura del mezzo. Dopo aver atteso alcuni giorni, tentò di ricontattare l’assicuratore che si rese irreperibile sui contatti forniti. Solo a questo punto non ebbe più alcun dubbio sul raggiro in cui era incappato e non esitava a sporgere denuncia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le denunce

Le indagini condotte dai carabinieri hanno consentito di risalire all’identità dei cinque presunti responsabili (3 uomini e 2 donne, di età compresa tra i 18 ed i 45 anni e residenti nelle province di Napoli e Salerno, già noti alle Forze dell’Ordine), che, quasi con cadenza giornaliera, giravano sulle loro carte prepagate le somme versate sul conto corrente dalle numerose vittime della truffa. Per loro è scattata la denuncia in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Campania: dietrofront sulla scuola, non riaprono neppure le elementari

  • Covid-19: torna l'autocertificazione in Campania, all'orizzonte un nuovo decreto di Conte

  • Superenalotto, la Dea bendata bacia Salerno: vinti 25mila euro

  • Covid-19: il coprifuoco inizia venerdì, De Luca denuncia la mancanza di personale sanitario

  • Ordinanza anti-Covid di De Luca, i commercianti bloccano via Roma: "Il sindaco scenda dal Comune"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento