Salerno, sventata truffa ad un anziano

Solamente una banca chiusa ha evitato il peggio

Telefona a casa di un anziano classe 1925 spacciandosi per il figlio e gli chiede 3500 Euro: l'uomo purtroppo cade nella trappola ma, per fortuna, la banca è chiusa e l'anziano non può effettuare il prelievo. Nel momento in cui l'anziano telefona al figlio dicendogli di non aver potuto effettuare il prelievo, di fronte all'incredulità di quest'ultimo, si rende conto di essere stato vittima di un tentativo di truffa, conclusosi non come sperava il truffatore solamente perché appunto l'istituto di credito era chiuso al momento della telefonata. Torna l'incubo delle truffe agli anziani in città: due sono purtroppo invece andate a segno nella giornata di ieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Ceraso e Montano Antilia: stop a eventi e chiusura dei negozi

  • Coronavirus: nuove indicazioni ministeriali in Campania, parlano i sindaci salernitani

  • Lutto a Salerno, è morta Laura Quaranta: tutti stretti attorno alla famiglia del dottor Della Monica

  • "Non comunicano i loro rientri dal Nord": la denuncia dei salernitani e l'appello di un cittadino "autoisolato"

  • Malore per una ragazza asiatica a Salerno, tensione nei pressi del Vestuti

  • Sospetto caso di Coronavirus a Cava: bimbo al Cotugno, primi test negativi

Torna su
SalernoToday è in caricamento