Conguagli e rimborsi, truffe all'Inps e all'Agenzia delle Entrate: 5 arresti, blitz nell'Agro

Nel mirino della Procura di Nocera Inferiore sono finite persone alle quali, alle prime luci dell'alba, è stata notificata dai carabinieri un’ordinanza applicativa di misure cautelari sia personali che reali


I carabinieri del Reparto Territoriale di Nocera Inferiore, eseguendo ordinanza applicativa di misura cautelare personale emessa dal GIP di Nocera Inferiore, hanno arrestato 5 persone, residenti in provincia di Salerno, Benevento, Napoli e Lecce. I militari sono alla ricerca di un sesto indagato, al momento irreperibile. L'attività investigativa era stata avviata nel 2018 e ha consentito di accertare l'esistenza di un sodalizio composto da consulenti del lavoro, imprenditori e faccendieri. Attraverso compensazioni fittizie derivanti da importi conguagliati, relativi ad arretrati per assegni nucleo familiare, malattia e maternità, gli indagati sono riusciti ad ottenere indebite erogazioni preevidenziali e crediti d'imposta, per oltre 2 milioni di euro. 

Gli indagati

Gli arrestati sono M.E., leccese, presidente nazionale di Federaziende; C.G., leccese, presidente nazionale di E.Bi.N, Ente Bilaterale; M.P., di Casoria, agente di Polizia Penitenziaria e gestore di fatto di Federaziende Campania; S.G., di Sant'Egidio del Monte Albino, consulente del lavoro e responsabile di zona di Federaziende Pagani; M.A., beneventano, consulente del lavoro e responsabile di zona di Federaziende Moiano. 

Le accuse

Associazione per delinquere finalizzata alla commissione di truffe aggravate ai danni dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale e dell’Agenzia delle Entrate. Gli accertamenti effettuati a carico dei consulenti del lavoro hanno fatto emergere che i professionisti, insieme ai legali rappresentanti di 84 ditte, anch'essi indagati, hanno dichiarato di aver anticipato fittiziamente a favore dei propri dipendenti 2.107.394,10 euro per assegni al nucleo familiare, malattia, maternità bonus Irpef 80 euro. L'importo è stato indicato nei file uniemens (denunce mensili Inps), modelli F24, con l'obiettivo di creare un credito inesistente nei confronti dell'erario. La sommma indebitamente percepita è così distribuita: 683.283,31 euro per il pagamento dei contributi ai lavoratori e per estinguere altri debiti tributari; 1.424.165,799 euro devoluta a favore di Federaziende e dell'ente bilaterale E.Bi.N. Gli indagati avevano individuato una falla all'interno del sistema di controllo dell'Inps e del SISPI, la Società Italiana di Servizi per la Previdenza Integrativa. L'adesione a Federaziende ed E.Bi.N. comportava, infatti, la possibilità di ottenere per i lavoratori subordinati corsi di aggiornamento e corsi di formazione legati alla sicurezza sul lavoro. I soldi - hanno accertato le indagini condotte dai Carabinieri - non sono mai stati devoluti per questa finalità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Sequestro

Il sequestro preventivo ha riguardato 90 indagati e ha consentito di recuperare somme di denaro, quote di società e beni immobili corrispondenti all'importo indebitamente percepito. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Sorpresa nel Cilento, avvistato lo yacht "T.M Blue One” di Valentino

  • Covid-19: in aumento i positivi in Campania, 23 nuovi contagi

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, oggi 2 positivi ad Eboli

  • Covid-19, salgono i contagi in Campania: 14 nuovi positivi

  • Rapina a mano armata in un tabacchi di Torrione alto: ferito il titolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento