"Siamo mediatori specializzati nella compravendita di opere d'arte", ma erano truffatori: nei guai anche un cavese "in trasferta"

L'indagine dei carabinieri della stazione di Mogliano Veneto, durata per alcuni mesi ha portato a identificare gli autori del raggiro, entrambi denunciati per truffa: si tratta di P.M., 48enne di Cava de' Tirreni (Salerno), e A.E., 43enne di Sant'Antonio Abbate (Napoli)

Si erano presentati come dei mediatori, specializzati nella compravendita di opere d'arte all'estero, ma in realtà non erano altro che due truffatori matricolati, capaci di spillare ad un moglianese di 60 anni, Z.L., una cifra di oltre 140mila euro, in diverse tranche, dall'ottobre 2018 al marzo 2020.

Come riportano i colleghi di Trevisotoday, i malviventi, di cui uno originario del salernitano, erano spariti con quel denaro che sarebbe dovuto servire come rimborso per le spese inerenti alle varie trattative, senza aver venduto alcuna opera. L'indagine dei carabinieri della stazione di Mogliano Veneto, durata per alcuni mesi ha portato a identificare gli autori del raggiro, entrambi denunciati per truffa: si tratta di P.M., 48enne di Cava de' Tirreni (Salerno), e A.E., 43enne di Sant'Antonio Abbate (Napoli). I due si erano presentati come rappresentanti legali della "Top Art International snc", un'azienda che però di fatto non esistee.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm 3-4 dicembre: cosa cambierà, le anticipazioni

  • La strage del Covid-19: muore nella notte 33enne incinta, Nocera piange Veronica

  • In arrivo nubifragi in Campania: le previsioni meteo per Salerno e provincia

  • Beccato alla guida senza mascherina: multato conducente in autostrada

  • Morte di Veronica, la Lucarelli contro un giornalista locale: "Era importante specificare che fosse innamorata?"

  • Salerno a lutto, è morto Ciro Di Lorenzo: ora veglierà sulla sua Maria Pia

Torna su
SalernoToday è in caricamento