menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regionali, De Luca su cultura e turismo: "Cambio radicale"

Il sindaco: "Il profilo twitter @incampania è fermo dal 2011 e che il sito istituzionale del turismo è stato non aggiornato per 6 mesi nel 2013"

E' online la sesta parte del programma di Vincenzo De Luca, dedicata a Cultura e Turismo. Il testo, frutto del lavoro coordinato dalla Dott.ssa Graziella Pagano nel corso de “La Terra delle Idee”, è disponibile in versione integrale sul sito Cambiareora.it. "In Campania - spiega De Luca - le parole cultura e turismo possono diventare un’alleanza strategica per lo sviluppo: occorre uscire da schemi e situazioni precostituite che si dilatano nel tempo, sempre uguali a se stesse. C’è anche una generazione di nuovi talenti e di nuovi soggetti culturali che va incoraggiata, accompagnata, sostenuta. Una politica di offerta culturale sistematica e di qualità, in grado di valorizzare l’enorme patrimonio archeologico, storico e culturale esistente, rappresenta un punto di programma irrinunciabile per dare un futuro di sviluppo ai nostri territori".

"E’ necessario un cambio radicale della governance delle mis 1.9 e 1.12 Por della regione che finanziano gli eventi e la programmazione turistica (come sono impostati, orientati solo sui comuni, non puntano ad un incoming turistico di lungo periodo e con continuità ma finanziano, con lodevoli eccezioni, solo sagre e concerti) -prosegue il primo cittadino - Modificare la nuova legge su turismo regionale che introduce molti meccanismi macchinosi in un settore in cui la politica deve,al contrario , fare poco e bene e semplificare. Gravissime sono le carenze sulla comunicazione web dei DMS e degli strumenti social della regione in materia,la Campania arrossisce per invisibilità sul web e inesistenza di dialogo sociale persino al confronto con le altre regioni meridionali, (è significato che il profilo twitter @incampania è fermo dal 2011 e che il sito istituzionale del turismo è stato non aggiornato per 6 mesi nel 2013 ). Occorre reindirizzare e snellire baracconi clientelari tipo Scabec e e DigitCampania. Reorientare le attività su formazione operatori e attività di marketing esperienziale sul turismo, promozione delle infrastrutture che favoriscono la destagionalizzazione e tipologie come turismo in bici, turismo naturalistico ed enogastronomico ad integrazione delle forme tradizionali", ha concluso De Luca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

  • social

    Promozione culturale, pubblicato l'avviso della Regione Campania

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento