Cronaca

Il governo ha deciso: "Pass da metà maggio", la Campania accoglie i turisti

Dalla seconda decade di maggio l'Italia riaprirà ai turisti. Lo ha detto il premier Mario Draghi spiegando che "il Paese è pronto a ridare il benvenuto al mondo"

Dalla seconda decade di maggio l'Italia riaprirà ai turisti. Lo ha detto il premier Mario Draghi spiegando che "il Paese è pronto a ridare il benvenuto al mondo". Più ingressi significa soprattutto più turismo e la Campania, con i suoi molteplici siti d'arte, attende gli ingressi, nel rispetto delle norme anti Covid.

I dettagli

Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha già annunciato che si potrà a viaggiare con un "pass verde nazionale", molto simile a quello introdotto con l'ultimo decreto legge. Il pass consentirà lo spostamento anche nelle regioni arancioni o rosse, in attesa che entri in vigore il green pass europeo previsto per la metà di giugno. Dopo il ripristino delle zone gialle e l'ingresso al cinema, al teatro, al museo ma anche il via libera alle cene al ristorante, sebbene sarà possibile farlo fino all'1 giugno solo all'aperto, la Campania attende di recuperare il prezioso apporto dell'indotto turistico. La nostra regione non fa eccezione: gravi perdite, durante la pandemia, penalizzata come gli altri territori, parte integrante del disavanzo di circa 26 miliardi che mancano all'appello, tenuto conto che le spese dei viaggiatori stranieri in Italia sono crollate di quasi il 60% rispetto al 2019. Gli arrivi turistici internazionali sono in calo del 73% nel 2020, a livello globale. Sarà affrontato anche il tema del coprifuoco, perché c'è volontà di rimodulare le misure sulla base dell'andamento dei contagi, come ha spiegato il ministro del Turismo Massimo Garavaglia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il governo ha deciso: "Pass da metà maggio", la Campania accoglie i turisti

SalernoToday è in caricamento