rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca San Valentino Torio

Uccelli imprigionati San Valentino Torio, sequestri e denunce

Ancora un'operazione delle guardie ambientali del WWF, di concerto con i carabinieri: 200 esemplari di avifauna protetti sono stati rinvenuti in una rivendita in condizioni precarie e senza anello identificativo

Duecento esemplari di uccelli appartenenti a specie protette sono stati scoperti, in piccole gabbie e voliere, in precarie condizioni e senza alcun anello identificativo, in un negozio di mangimi e canarini a San Valentino Torio. La scoperta è stata fatta dalle guardie ambientali del WWF e dai carabinieri della locale stazione, agli ordini del maresciallo Gennaro Corvino. Tra le varie specie di volatili vi erano cardellini, fringuelli, verzellini, allodole, tordi, merli, anatre oltre a due esemplari di tartaruga deceduti.

Operazione WWF/carabinieri San Valentino Torio 24 aprile 2012

Tra di essi purtroppo anche alcune anatre con le ali tagliate ed un cardellino accecato. IAll’interno del locale vendita, si legge in una nota stampa del WWF, sono state scoperte ben cinque reti per l’uccellagione, lunghe diverse decine di metri ed utilizzabili esclusivamente per la cattura degli uccelli. P. S., responsabile della rivendita di mangimi e canarini, dovrà rispondere del reato di detenzione di avifauna protetta e di violazione di sigilli in quanto alcuni locali risultavano posti sotto sequestro giudiziario per un analogo intervento effettuato lo scorso anno quando furono rinvenuti altrettanti esemplari di avifauna detenuti illegalmente.

Nel corso dei controlli, riferisce il WWF, si è scoperto che tra le persone presenti nell'area in oggetto tre custodivano nelle loro autovetture, parcheggiate all'interno, alcuni esemplari di cardellini e fringuelli senza saperne giustificare la provenienza. Anche loro sono stati denunciati per detenzione di avifauna protetta. Tutti gli esemplari di avifauna in buona salute e dediti al volo sono stati immediatamente liberati in luogo idoneo, mentre alcuni bisognosi di terapie veterinarie e di riabilitazioni, sono stati consegnati al Cras di Napoli, Centro di recupero avifauna e clinica veterinaria che si occuperà del loro benessere: saranno poi rimessi in libertà.

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccelli imprigionati San Valentino Torio, sequestri e denunce

SalernoToday è in caricamento