menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Raffaele Giordano

Raffaele Giordano

Uil Fpl Salerno, rinnovati gli incarichi: ecco le priorità del 2018

Il segretario generale Donato Salvato: “Nel nuovo anno ribadiremo la centralità dei lavoratori nei settori della sanità e degli enti locali”

La Uil Fpl Regione Campania della provincia di Salerno ha rinnovato segreteria e direttivo provinciale, oltre alla nomina dei delegati al congresso generale del sindacato di categoria, che si terrà il prossimo 26 gennaio.

I nomi

L’assemblea degli iscritti, tenutasi alla presenza del segretario generale della Uil Fpl di Salerno, Donato Salvato, ha visto ha eletto il sindacalista Raffaele Giordano. Gli altri componenti della segreteria sono Gerardo Amendola (segretario amministrativo) e Sergio Picariello (tesoriere). Il direttivo provinciale è composto da: Raffaele Giordano, Salvatore Gaeta, Alberico Castelluccio, Maura Romano, Nicola De Biase, Sergio Picariello, Giovanni Memoli, Gerardo Amendola, Cosmo Guazzo e Giuseppe Molinaro. Decisi anche i delegati al prossimo congresso provinciale della Uil Fpl, che sono: Raffaele Giordano, Salvatore Gaeta, Maura Romano, Nicola De Biase e Gerardo Amendola.

I dati

La nuova segreteria ha anche preso parte all’incontro di delegazione trattante dei dipendenti della giunta regionale della Campania con i vertici della pubblica amministrazione, rappresentati dal professore Nicola Oddati. Il summit ha portato al rinnovo del contratto decentrato con  importanti modifiche apportate. Per quanto riguarda la produttività generale 2017, infatti, viene modificata in 5.800 euro totale così distribuita: 1.000 euro dal luglio 2017 e la restante cifra ripartita mensilmente. La restante cifra a saldo entro il prossimo mese di giugno, a raggiungimento dell’obiettivo della performance. Inoltre, per le categorie senza posizione, si è ragionato attraverso alcune indennità di specifiche responsabilità: per la categoria B passa da 1.188 a 1.908 euro; per la C da 1.188 a 2.000 euro; per la D senza posizione da 2.000 a 2.500. Invece, l'indennità di rischio e disagio passa per la fascia A da 154,94 euro mensili a 220 euro e per la fascia B da 108,46 euro a 173,50 euro mensili. Infine, è stata abolita dal 2018 l'incompatibilità dei due istituti per particolari e specifiche professionalità. È stata altresì programmata una nuova progressione economica orizzontale a partire dal prossimo primo gennaio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

social

Dopo il "Zitt!" arriva la festa anche per Raffaele il Vikingo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento