menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della cerimonia

Un momento della cerimonia

Unisa: intitolata la piazza a Passamano e inaugurate le residenze

Presente alla storica giornata, il segretario della Cisl, Bonanni: "Negli anni scorsi ci hanno caricato solo di tasse come muli, adesso ci aspettiamo anche che i tagli vengano sostenuti dalla rimozione della spesa pubblica improduttiva e delle ruberie"

Omaggio allo storico dirigente sindacale Pietro Passamano, ieri, all'Unisa. Proprio a lui, infatti, è stata intitolata la piazza antistante il Campus universitario di Baronissi dell’Ateneo di Salerno. "Passamano è stato protagonista di un momento importante per l’università. Fu artefice del trasferimento dell’Ateneo qui a Fisciano”, ha detto il Rettore Raimondo Pasquino.

“Eravamo anche amici, ci siamo ritrovati più volte insieme, conosco il suo slancio, la sua determinazione, le sue capacità di svolgere le battaglia in difesa dei diritti. Io a dire il vero sono anche emozionato perché non capita di frequente una commemorazione come questa. Che sia di esempio per i ragazzi”: queste le parole del segretario nazionale della Cisl, Raffaele Bonanni, durante la cerimonia di intitolazione.

Lo stesso segretario, dunque, si è espresso sulla manovra della Legge di Stabilità alla patrimoniale: “Negli anni scorsi ci hanno caricato solo di tasse come muli, adesso ci aspettiamo anche che i tagli vengano sostenuti dalla rimozione della spesa pubblica improduttiva e delle ruberie".

"Bisogna guardare in faccia la realtà programmando un futuro all'altezza delle nostre aspettative, puntando a superare il precariato, andando dritti alle cause che lo originano, ovvero la cattiva economia. finché la cattiva economia imperversa ci saranno i disoccupati, i precari. Impegnarsi nel rimuovere le cause un’economia così precaria e le ragioni stanno nel documento che abbiamo sottoposto a tutti: tasse troppo alte, spese pubbliche mai controllate fino in fondo, e soprattutto alcuni elementi della produzione industriale che sfavoriscono, come l’energia ad alto costo, con una giustizia lenta", ha osservato il segretario.

Raffaele Bonanni, dunque, ha presenziato anche all’inaugurazione delle residenze universitarie appena realizzate all’Università di Salerno adiacente al Campus di Fisciano. “E’ un ottimo evento, è un’esperienza importante per Salerno, i salernitani e i campani e l’Italia intera. Sono rimasto molto contento, perché anche nel disordinato Sud c’è chi sa progettare, creare e avere le strutture. Il risultato non può che essere buono e questo programmerà altri progetti positivi per il territorio”.

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento