rotate-mobile
Cronaca

Il "muro azzurro" Paolo Trapanese ospite ad UnisaOrienta

Il campione olimpico di pallanuoto, avvocato civilista e presidente del Comitato Regione FIN Paolo Trapanese è stato il testimonial del nono giorno di UnisaOrienta, la manifestazione che l’Università di Salerno dedica all’orientamento in ingresso

Il campione olimpico di pallanuoto, avvocato civilista e presidente del Comitato Regione FIN Paolo Trapanese è stato il testimonial del nono giorno di UnisaOrienta, la manifestazione che l’Università di Salerno dedica all’orientamento in ingresso e all’accoglienza delle future matricole, curata dal Centro di Ateneo per l’Orientamento e il Tutorato in collaborazione con i 17 Dipartimenti promotori degli 80 corsi di studio dell’Università degli Studi di Salerno.

La giornata

Ad attendere Trapanese ben 1500 studenti delle scuole superiori ai quali sono state illustrate le opportunità offerte dai corsi di studio del Dipartimento di Fisica e del Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche. L'assemblea è stata aperta dalla professoressa Rosalba Romano e dal rettore Aurelio Tommasetti che hanno accolto gli studenti e presentato il muro della porta azzurra della pallanuoto. "Impegno, sacrificio, competizione, voglia di confrontarsi è quanto Paolo Trapanese ha messo in campo nello sport e nella professioni e che rispecchiano perfettamente lo stile della nostra realtà - ha spiegato Tommasetti - un’università buona si distingue dalla capacità di fare ricerca e da una didattica in grado anche di ascoltare. Da tempo abbiamo fatto la scelta di raccogliere le sfide lanciate dagli studenti che siedono ai tavoli della governance. Poi noi centrale è la battaglia in difesa e valorizzazione del merito, grande assente a livello nazionale. Per essere al passo con i tempi bisogna scegliere i migliori, a partire dai docenti". Il rettore, poi, ha fatto anche un passaggio sulle Universiadi che saranno ospitate anche da Salerno il 13 e 14 luglio: "Qui già si respira l’aria buona del sano sport. Abbiamo deciso di raccogliere la grande opportunità delle Universiadi ospitando gli eventi all’interno dei nostri spazi: le competizioni di scherma si terranno al campus d Baronissi, il villaggio degli atleti sarà al campus di Fisciano. Lo sport è la sintesi del nostro modo di essere" ha concluso.

L'intervento di Trapanese

Paolo Trapanese, si è raccontato agli studenti con quella passione e determinazione che ha messo in campo nello sport e nella vita professionale. "Oggi sono emozionato per la vostra presenza perché mi sono laureato qua e mi rivedo alla partenza - ha esordito - Rifarei con voi un nuovo percorso di eccellenza. Eccellenza non è solo una parola ma un desiderio, un credo. Sono qui per lasciarvi un messaggio: credete in voi stessi. Non c’è stato giorno della mia vita in cui non abbia creduto. Non pensate neanche per un attimo che qualcuno possa fermare le vostre speranze". Trapanese ha, poi, ripercorso anche i suoi anni universitari: "La paura? C’è. L’ho vissuta anche durante il mio percorso di studio ma ho creduto in me stesso e nel mio sogno. Impegnatevi come se ogni momento della mostra vita fosse una finale olimpica o di coppa campioni". A chiudere la giornata sono stati Salvatore De Pasquale e Paolo Coccorese, rispettivamente direttori dei dipartimenti di Fisica e di Scienze Economiche e Statistiche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "muro azzurro" Paolo Trapanese ospite ad UnisaOrienta

SalernoToday è in caricamento