menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dell'inaugurazione

Un momento dell'inaugurazione

Unisa, inaugurata la nuova Piazza "Gabriele De Rosa": soddisfatto Tommasetti

Il Magnifico Rettore: "Rappresenta un primo tassello di un intervento più complessivo che, entro la fine del mese, ci consentirà di inaugurare la parte sottostante, quella dei garage"

E’ stata presentata direttamente dal Rettore Aurelio Tommasetti la nuova Piazza “Gabriele De Rosa” dell’università di Salerno, di recente oggetto di lavori di riqualificazione e rinnovamento. L’intervento rientra nell’ambito del programma complessivo “Costruendo Unisa”, che ha l’obiettivo di migliorare i livelli di sicurezza e di vivibilità nel campus, e rappresenta la prima fase di un progetto che riguarderà anche il piano garage sottostante la Piazza e l’area antistante il Teatro di Ateneo. La rinnovata Piazza De Rosa, conosciuta anche come Piazza del Rettorato, è corredata anche da un Datario Verde che segna giorno, mese e anno con i fiori, presentato in occasione della cerimonia.

Al taglio del nastro hanno preso parte, oltre al Magnifico Rettore,  anche i tecnici che hanno coordinato i lavori, le autorità civili, accademiche e religiose con queste ultime che hanno benedetto l’intervento. “Il rifacimento della piazza  - ha spiegato Tommasetti -  rappresenta un primo tassello di un intervento più complessivo che, entro la fine del mese , ci consentirà di inaugurare la parte sottostante, quella dei garage. In quel caso sono stati eliminati dei problemi relativi a infiltrazioni ed è stata realizzata una nuova via di fuga che è quella di via del Teatro, che ha lo scopo di migliorare ulteriormente la sicurezza, la funzionalità e la vivibilità del nostro Campus. Noi abbiamo un patrimonio importante, il nostro punto di forza, rappresentato dai nostri due campus di Fisciano e Baronissi. E il nostro imperativo è quello di preservare le buone condizioni delle nostre strutture e di incrementarne l’efficienza; si tratta di un elemento necessario per consentirci di rispondere al meglio alle esigenze dei nostri studenti, ma più complessivamente del nostro personale e di tutti i nostri utenti. Continueremo su questa strada - ha concluso il Rettore - anche per migliorare l’accessibilità per quei nostri 300 studenti, ai quali siamo molto legati, che presentano una qualche forma di diversa abilità e lo faremo con la definitiva eliminazione delle rimanenti barriere architettoniche e degli ostacoli all’utilizzo e alla fruibilità di tutti gli ambienti del nostro Campus”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento