Uova di pasqua a domicilio per bambini e ragazzi costretti a casa dall’emergenza Coronavirus

L’iniziativa, promossa dall’Amministrazione comunale di Oliveto Citra, per sostenere la Croce Rossa Italiana

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

425 uova di Pasqua pronte per essere consegnate gratuitamente a domicilio a scolari e alunni delle scuole del territorio comunale. L’iniziativa è del Comune di Oliveto Citra, con il contributo della società partecipata “in house” LASAT, che ha deciso di aderire alla campagna “Uovo Solidale” lanciata dalla Croce Rossa Italiana, una delle organizzazioni sociali coinvolte più direttamente nella gestione dell’emergenza Coronavirus. «Ci piacerebbe – il commento del sindaco di Oliveto Citra, Mino Pignata – che potesse essere percepito come un gesto doppiamente simbolico. Da un lato, infatti, c’è la volontà dell’Amministrazione di offrire un contributo, magari piccolo ma concreto, alla Croce Rossa, che tanto sta facendo anche in questi giorni. Dall’altro, desideriamo che bambini e ragazzi della nostra comunità sentano che l’istituzione locale è vicina a loro e apprezza i sacrifici, piccoli e grandi, che anche loro stanno sopportando da qualche settimana in qua». Le uova saranno consegnate a domicilio a scolari e alunni delle classi di scuola materna, primaria e secondaria di primo grado dai volontari della Protezione Civile. Per tutti, insieme al dono, anche una lettera. «Il nostro augurio – aggiunge ancora il sindaco Pignata – è che la conservino, per poterla rileggere con serenità in futuro, quando ripenseranno a un brutto ricordo lasciato fortunatamente alle spalle».

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento